Martedì 07/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narnese, il pareggio di Firenze non scoraggia i rossoblù, Schenardi: "Guardiamo al bicchiere mezzo pieno"
Più soddisfazione per quanto espresso in campo che amarezza per la vittoria sfumata nel finale. E’ questo il sentimento prevalente in Marco Schenardi il giorno seguente il pari con la Rondinella. “Credo che sia sempre meglio guardare il bicchiere mezzo pieno – esordisce il mister rossoblu – Sono consapevole che con un pizzico di fortuna in più e qualche disattenzione in meno avremmo potuto ritornare a casa con il ottino pieno, ma non posso che essere contento della prova fornita dai ragazzi. Abbiamo condotto la gara, ma quello che mi fa più piacere è l’aver riscontrato una crescita costante”.
La trasferta con la Rondinella ha confermato una volta ancora l’ottimo momento della Narnese che, pur neopromossa, sta affrontando il campionato di serie D con il piglio di chi vuole imporre il proprio gioco. Di gara in gara, poi, la formazione sta dimostrando una maturazione costante e una crescita convinzione nei proprio mezzi. Ma Schenardi, nonostante la buone cose fatte vedere dai suoi ragazzi in questo primo scorcio di campionato e la brillante posizione in classifica, non si fa prendere da facili ottimismi. “Non è nostra intenzione puntare alle posizioni di vertice. Certo ci fa piacere essere davanti, ma noi puntiamo solo a dimostrare il nostro valore. A me piace analizzare l’aspetto positivo di questa squadra che sta crescendo. Anche prima dell’arrivo di Mariano Della Monica, infatti, fatto intravedere il nostro valore, ma è ovvio che il suo innesto ci abbia permesso di fare un salto di qualità”. Unico neo della partita contro la Rondinella è stato quello di aver concesso due reti su palle inattive, con Buzzi che ha saputo sorprendere la difesa rossoblu battendo Schembari. “Sul primo gol siamo stati disattenti – prosegue il mister – Abbiamo lasciato Buzzi libero di colpire in solitudine e lui non ha fallito l’occasione. Sulla seconda rete, però, non posso che fare i complimenti al capitano della Rondinella che ha saltato nettamente più in alto di tutti dimostrando tutte le sue capacità nel gioco aereo. Comunque qualche disattenzione c’è stata e dovremo lavorare proprio su questo per cercare di limitare gli errori, anche perché mi piacerebbe prendere qualche gol in meno”. Di contro in fase offensiva la Narnese si sta confermando autentica macchina da gol con una media di quasi 2 reti a partita segno evidente di una squadra a trazione anteriore. “Da ex-attaccante – conclude Schenardi – non può che farmi piacere questo dato. Noi giochiamo con due attaccanti, una mezzapunta e un giocatore come Della Monica segno evidente della nostre intenzioni ogni qual volta scendiamo in campo. E’ un gioco che in questo anno e mezzo ha dato i suoi frutti visto che siamo stati in grado di vincere un campionato e di partire bene in questo. Per il mio passato di giocatore cerco sempre di trasmettere questo credo ai ragazzi anche perché fino ad ora ci è andata bene”.
(Giornale dell'Umbria)

22/11/2005 ore 11:05
Torna su