Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:46
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Maltempo: scampato pericolo per i proprietari della casa di via Flaminia che erano stati costretti ad evacuarla a causa di una frana
Nel comprensorio narnese è ricominciata la conta dei danni provocati dalla grande quantità di pioggia caduta tra sabato e domenica. L’episodio più grave è stato senza dubbio quello della frana che si è verificata in località Le Grazie, dove un grosso costone è precipitato sulla strada creando attimi di paura per le numerose famiglie che abitano nella zona. “Siamo stati allertati intorno alle 22,30 di sabato – racconta Franco Ricci responsabile della Protezione Civile di Narni – e nel giro di pochi minuti eravamo sul posto. Assieme a noi sono arrivati i carabinieri, i tecnici comunali e quelli della Provincia e la Polizia Municipale. Ci siamo subito resi conto che la situazione era drammatica e così abbiamo chiesto alla famiglia che vive nella casa che si trovava proprio sopra al punto in cui si è verificata la frana di abbandonare l’abitazione. Il buio, la pioggia battente e la presenza di una fitta vegetazione ci hanno impedito di capire l’entità del movimento franoso provocato dall’acqua, ma più le pale meccaniche dei mezzi di soccorso tiravano via quintali di pietre e fango dalla strada e più la terra continuava a staccarsi dal costone. Solo nella mattinata di domenica, grazie all’ausilio dei vigili del fuoco che hanno provveduto a tagliare le piante che nascondevano parte della zona franata, ci siamo resi conto che la casa non correva rischi e così i proprietari già da stamattina (ieri n.d.r.) hanno potuto farvi rientro”. Ricci ricorda che altri interventi sono stati fatti dalla Prociv nella zona industriale della Flaminia “dove si sono verificati numerosi allagamenti a causa della esondazione dei torrenti presenti in zona”. Le situazioni più difficili nella zona industriale ed in località Erba Bigia dove due abitazioni sono rimaste completamente allagate. L’assessore ai Lavori Pubblici Enzo Proietti Grilli ricorda che il maltempo ha prodotto forti danni a Morellino, Sterpaia, San Vito e Vigne, “ma grazie al tempestivo intervento delle nostre squadre di soccorso e della Polizia Municipale siamo stati in grado di far fronte all’emergenza”. Problemi anche a Otricoli dove il Tevere è uscito dagli argini creando danni alle colture. A Calvi dell’Umbria invece nella giornata di sabato è mancata per alcune ore la corrente e l’Enel ha spiegato che il guasto si è verificato a causa dell’aggrovigliamento provocato dal vento di alcuni cavi elettrici. Ad andare in tilt è stata però anche la rete telefonica con molte utenze isolate in tutto il comune. Ieri pomeriggio c’erano ancora molte famiglie che avevano il telefono isolato. Pare che a determinare il guasto, che ha interessato molte abitazioni sia del centro storico che della periferia, sia stato anche qui il vento che avrebbe strappato uno dei cavi della linea aerea e la pioggia che avrebbe invece allagato più di una centralina. L’interruzione della linea telefonica ha provocato dei disagi nelle famiglie che nelle giornate di sabato e domenica non hanno potuto utilizzare l’apparecchio telefonico e nemmeno le connessioni a internet.
29/11/2005 ore 5:48
Torna su