Lunedì 17/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:51
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
L'Osservatorio Militare esaminerà la "pratica Spea"
Spetterà all’Osservatorio Militare dire l’ultima parola sulla questione della alienazione dei terreni ex-Spea di proprietà del Demanio. Nelle prossime ore, infatti, verrà spedito un dossier contenente tutti i dati necessari a ricostruire l’iter completo della vicenda, legato al tentativo da parte del Comune di Narni di ottenere dallo Stato i terreni ex-Spea, all’organo che tra le altre cose si interessa dei problemi legati alla "sdemanializzazione" di vecchie proprietà del Genio militare. il dossier è stato elaborato dal gruppo di uomini politici che fanno capo ai gruppi di maggioranza e di opposizione, un fatto inusuale questo che sottolinea l’unità d’intenti che c’è in questo momento tra esponenti della giunta e quelli dell’opposizione rispetto al problema Mirabilandia.
Che tipo di risultati potrà dare questo nuovo passo ufficiale della amministrazione narnese non si sa. Di certo è che anche questa iniziativa andava presa, quanto meno per poter dire in futuro di non avere lasciato nulla di intentato.
Intanto Gianfranco Casoli, il titolare della società “Parco della Stendiana” che gestisce Mirabilandia a Savignano sul Rubicone, pochi chilometri a nord di Rimini, ha fatto sapere di essere ancora disponibile a costruire sui settanta ettari della ex-Spea il suo parco tematico. L’imprenditore non ha mancato però di mettere fretta agli amministratori narnesi.
Insomma la situazione, sia pure con grande e grave lentezza, pare stia mutando e si ha l’impressione che entro poco tempo si saprà finalmente quali saranno le decisioni del Governo. Il fatto che anche a livello politico provinciale e regionale ci si sia finalmente resi conto che bisogna stringere i tempi per arrivare a districare l’ingarbugliata matassa, è un segno buono. Ci si aspetta che anche i parlamentari umbri, di qualsiasi partito politico, facciano la loro parte presso la Camera ed il Senato, e anche qui pare che tutti siano d'accordo nel fare fronte comune. Si ha la sensazione , insomma, che siamo arrivati ad un punto di svolta. Dopo il parere dell'Osservatorio Militare spetterà al Governo dare la risposta definitiva ulla destinazione che l'Ente centrale intende dare all'imponente proprietà abbandonata da decenni.
25/2/2003 ore 1:05
Torna su