Martedì 22/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
L'Ici da oggi si può calcolare anche on-line. L'assessore Cardinali: "Siamo tra i primi comuni in Italia a esserci dotati di questo sistema"
Avvicinare sempre di più l’Ente al contribuente e porre questi nelle condizioni migliori per adempiere agli obblighi fiscali, ma anche per controllare in modo più rapido e dettagliato la propria posizione. Questo lo scopo per il quale l'Amministrazione comunale narnese si sta impegnando in modo da snelllire, anche attraverso l'utilizzo della rete, gli "iter" che regolano i rapporti tra i cittadini e gli uffici. Primo passo in questa direzione è rappresentato dalla possibilità per chiunque di accedere al catasto terreni e fabbricati per verificare particelle e rendite e di ottenere addirittura il calcolo dell’ICI in tempi reali. Per ottenere ciò è sufficiente accedere al sito internet HTTP://NARNI.CAR-TECH.COM, quindi, dopo aver selezionato il Comune di Narni, cliccare il pulsante “Servizio al Cittadino”. È attivo anche un link dal sito istituzionale del Comune (WWW.COMUNE.NARNI.TR.IT). "Il programma è semplicissimo da usare-avverte l'assessore alle finanze del comune di Narni Alessandro Cardinali-guiderà il visitatore ed offrirà ad esso le risposte necessarie. A fronte della immissione degli “identificativi catastali” degli immobili posseduti, è possibile ottenere dal sistema informativo comunale la “rendita” dell’immobile stesso. I dati, così ricercati ed aggiunti in un “carrello virtuale” , verranno utilizzati dal sistema per il calcolo dell’imposta dovuta. L’accesso alle banche-dati tributarie avviene in forma anonima, nel rispetto delle vigenti norme sulla privacy, quindi senza la visualizzazione di dati sensibili. Questo momento iniziale verso un governo più snello e trasparente del settore tributario arriva un po’ in ritardo rispetto ai tempi dovuti, ma rappresenta comunque, in prospettiva, un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto con i cittadini, con i professionisti, con i CAAF, nell’ottica dell’utilizzo dei processi elettronici come strumenti di maggiore efficienza ed economicità. Su questo terreno intendiamo muoverci con forza, ed ecco che siamo tra i primi in Italia a dotarci delle nuove tecnologie per la gestione della fiscalità locale".
18/6/2003 ore 15:25
Torna su