Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:17
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
L'attaccante della Narnese Marco De Angelis andrà all'Arezzo, è stato direttamente Ermanno Pieroni a dare la notizia
La notizia è di quelle che fanno sobbalzare sulla sedia, soprattutto ad un mese dalla fine del campionato, con la Narnese in lotta per la salvezza. Marco De Angelis (23), attaccante della squadra rossoblù e capocannoniere del girone E della serie D con 18 reti all'attivo, è stato opzionato dall’Arezzo. E’ la società toscana, attraverso il suo consulente esterno di mercato, l’ex ds del Perugia Ermanno Pieroni, a dare la notizia: “Abbiamo vagliato cinque o sei posizioni di giovani emergenti interessanti - dice Pieroni - Si tratta di opzioni, non di acquisti fatti. Le posso citare il caso di De Angelis, un attaccante che gioca nella Narnese, che noi abbiamo bloccato già due mesi fa e che recentemente il Chievo ha richiesto tramite il suo direttore sportivo Sartori. Naturalmente il calciatore ed il suo procuratore hanno risposto che sono arrivati secondi… Sartori, con una battuta ha detto: ancora una volta Pieroni è arrivato primo”. La Narnese, peraltro, non aveva diffuso la notizia essendo la società in silenzio stampa per concentrarsi ancora in maniera più netta sul campionato. Adesso arriva come un fulmine a ciel sereno nell’ambito delle operazioni di mercato. Nel caso l’Arezzo facesse valere l’opzione di mercato, la cessione di De Angelis porterebbe soldi freschi nelle case della società rossoblu, che ha speso parecchio in fase di allestimento di una squadra valida per la D. Pieroni non è nuovo a pescare nelle serie minori. E’ infatti dei giorni scorsi la notizia dell’acquisto ufficiale per l’anno prossimo di Farina e Placentino del Gualdo. De Angelis, peraltro, aveva militato nell’Orvietana quando il ds era l’attuale ds del Gualdo Alvaro Arcipreti: sembra esserci dunque una sorta di filo diretto fra l’uomo di Umbertide e la società aretina. A chi gli mette davanti il rischio di pescare nelle serie minori Pieroni porta un esempio ben noto in Umbria: “La verità - dice - è che io ho una rete di osservatori e la mia esperienza… Quando portai Bucchi dall'eccellenza al Perugia, in serie A, il ragazzo veniva dai dilettanti, ma fece bene lo stesso. Adesso ha fatto anche venticinque goal in serie B. Io preparo il lavoro per la stagione successiva. Una mia vera soddisfazione è quella di lanciare almeno un giocatore all'anno nel grande calcio”. (Emanuele Lombardini - Giornale dell'Umbria)
8/4/2006 ore 17:15
Torna su