Martedì 17/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:36
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Lanari(An) sull'ospedale comprensoriale: "Asl e Regione hanno ricominciato a farci il gioco delle tre carte"
"In libertà di coscienza e con la chiarezza e la determinazione che sempre ho posto in cima alla mia attività istituzionale e nel rispetto dei valori fondanti del partito che rappresento (dimostrati anche in questa delicata fase nel governo del paese), denuncio la grave situazione rispetto al futuro dell'ospedale di Narni e mi dichiaro non più disposta ad accettare ulteriori chiacchiericci in merito e chiedo quindi il rispetto degli impegni assunti dal consiglio comunale con l'odg del 18 giugno 2003 senza ulteriori tentennamenti". Senza appello Maria Lanari, consigliere di Alleanza nazionale, boccia i tentennamenti in merito alla realizzazione dell'ospedale comprensoriale. "Dopo un anno - scrive il consigliere di An in una mozione indirizzata al sindaco Bigaroni - si rimette tutto in discussione, arrivano segnali e affermazioni da autorevoli esponenti della Regione che parlano una lingua diversa: per fare il nuovo ospedale bisogna vendere le due vecchie strutture di Narni e Amelia. Il giochino delle tre carte è nuovamente iniziato; si sposta l'interesse su nuove argomentazioni e intanto il tempo passa. Ma soprattutto l'ospedale di Narni perde sempre di più la sua specificità di punto di riferimento per la media e bassa assistenza sanitaria. Reparti che vengono declassati e forse smantellati; assistiamo ad una involuzione per chirurgia e medicina per non parlare del recente problema del reparto di oncologia e terapia antalgica, oramai privo di un vero primario, ed ancora, voci più che fondate, di imminenti trasferimenti di personale medico altamente specialistico di ginocologia-ostetricia e ortopedia. Per la correttezza e il senso di responsabilità che il ruolo affidatomi dagli elettori mi impone, ritengo giusto informare i cittadini che il problema dell'ospedale comprensoriale è un falso problema visto la orami evidente non volontà della sua realizzazione". La Lanari insomma non ci crede più. O meglio, aspetta un segnale "sulle reali intenzioni che la Asl e Regione Umbria hanno sul futuro del nostro ospedale e quindi come gestire le prestazioni sanitarie attualmente erogate dall'ospedale di Narni"
.

19/7/2004 ore 11:23
Torna su