Martedì 22/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La "Sangemini S.p.A." ha presentato il nuovo piano industriale, previsti investimenti per 55 milioni di euro da oggi al 2007
L’Amministratore delegato della “Sangemini Spa”, Giancarlo Poli, ha consegnato ufficialmente ai rappresentanti delle istituzioni il programma generale delle attività e della gestione per il bacino di San Gemini. La consegna è avvenuta nell’Ufficio di Presidenza di Palazzo Bazzani alla presenza dell’Assessore regionale all’“Ambiente”, Danilo Monelli, del Presidente della Provincia di Terni, Andrea Cavicchioli, e dei Sindaci di San Gemini, Mauro Paci, di Acquasparta, Sara Spezi, e di Montecastrilli, Stefano Politi. Il documento contiene gli interventi e gli investimenti destinati alla coltivazione ed allo sfruttamento dei giacimenti idro-minerali con il “crono-programma” delle azioni e la spesa prevista che ammonta a circa 6 milioni €, la protezione e la tutela del bacino idro-termale con interventi per circa 360 mila €, lo sviluppo dei marchi “Sangemini”, “Fabia”, “Aura” e della nuova acqua minerale effervescente naturale. Per la “Sangemini” l’obiettivo di vendita per il 2005 è di 50 milioni di bottiglie, con un investimento di almeno 4 mil.€ annui nel triennio 2005/2007 per la pubblicità. Per “Fabia” l’obiettivo di vendita per il 2005 è pari a 120 milioni di bottiglie, con un investimento di 2 mil.€ annui nello stesso triennio per la pubblicità. Per “Aura” si prevede un obiettivo di 40 milioni di bottiglie nel 2005. La nuova acqua effervescente, infine, verrà sostenuta con 1,5 mil.€ annui d’investimento pubblicitario nel quinquennio 2005/2010. La linea “Vita di Sangemini” dei succhi ha come obiettivo 30 milioni di bottiglie nel 2005 e prevede investimenti per 4 mil.€ annui da qui al 2007. Per quanto riguarda gli investimenti industriali per i prossimi anni sono previste risorse per 14 mil.€ che hanno come obiettivo fondamentale il miglioramento degli impianti e l’incremento della capacità produttiva, risorse che vanno ad aggiungersi ai 18,5 mil.€ già realizzati. Sono previsti, inoltre, interventi ed investimenti nell’area termale e nel “Centro congressi” e vi è un impegno a garantire il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e a prevedere incrementi qualora si registri un trend positivo nella produzione e nelle vendite. Complessivamente, quindi, nel triennio 2005/2007 la società “Sangemini” prevede 54 milioni e 860 mila € di investimenti. I rappresentanti delle Istituzioni si sono riservati di operare un’analisi puntuale del documento ed una interlocuzione con le Organizzazioni sindacali per le opportune valutazioni. Un’apposita riunione tra le Istituzioni, il Sindacato e l’Azienda è stata convocata per giovedì 24 marzo, presso lo stesso Ufficio di Presidenza della Provincia di Terni, per una valutazione congiunta e per le conseguenti determinazioni. “Vi è un approccio costruttivo nel definire un piano generale d’impegni per costruire una piattaforma virtuosa per il territorio, i lavoratori e l’azienda - afferma il Presidente Cavicchioli - che si configura come un utile riferimento anche per il futuro. In questo contesto gli Enti, in relazione alle loro competenze, adotteranno tutti i provvedimenti necessari a tutela del bacino ed individueranno risorse e progetti mirati a tali obiettivi. Il percorso si inquadra nell’ambito dell’iter amministrativo per il rinnovo delle concessioni e per forme cogenti di verifica degli impegni assunti”.







22/3/2005 ore 18:33
Torna su