Giovedì 09/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:16
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Influenza: dal 15 ottobre al via in tutta l'Umbria la campagna di vaccinazione per anziani e categorie a rischio
Al via in Umbria dal 15 ottobre la campagna di vaccinazione antinfluenzale: tutti gli anziani di età superiore a 65 anni e coloro che appartengono alle categorie a rischio potranno vaccinarsi gratuitamente nei Servizi vaccinali delle 4 Aziende USL o rivolgendosi al proprio medico di base. Nel darne notizia, l’assessore regionale alla sanità Maurizio Rosi ha detto che in Umbria “si è ottenuta una buona copertura vaccinale anche lo scorso anno, ma tuttavia questa va ancora aumentata: per fare questo e per migliorare l’erogazione del servizio ai cittadini è stato quindi previsto uno specifico accordo con i rappresentanti dei medici di medicina generale che prevede la loro collaborazione per raggiungere l’obiettivo di una copertura di almeno il 75 per cento nella popolazione con più di 65 anni di età e per somministrare il vaccino ai cittadini appartenenti alle categorie a rischio, soprattutto a quelli che hanno difficoltà a recarsi autonomamente ai servizi vaccinali. Grazie alla sinergia tra i Servizi sanitari e i medici di medicina generale e i pediatri – ha spiegato Rosi -, sarà più facile garantire un numero maggiore di vaccinazioni e raggiungere, seppure gradualmente, gli obiettivi fissati che hanno lo scopo di diminuire le complicanze più gravi legate all’epidemia influenzale”. Le Aziende USL – spiegano dalla Direzione sanità -hanno già acquistato circa 180 mila dosi di vaccino, con possibilità di ulteriore incremento. Il periodo ottimale per l’avvio delle campagne di vaccinazione antinfluenzale è quello autunnale: dalla seconda metà di ottobre fino alla fine di novembre. Anticipare la somministrazione del vaccino potrebbe diminuirne la capacità di protezione proprio in corrispondenza del picco epidemico stagionale e soprattutto nelle persone anziane; la vaccinazione – è stato spiegato - può anche essere effettuata in periodi successivi se situazioni particolari la rendessero opportuna per alcuni soggetti. Una sola dose di vaccino è sufficiente per i soggetti di tutte le età, con esclusione dell’età infantile: per i bambini al di sotto dei 9 anni mai vaccinati in precedenza, infatti, sono raccomandate due dosi appropriate all’età. Fermo restando l’impegno prioritario dei Servizi delle ASL per proteggere tutti gli anziani e le categorie a rischio, tutti coloro che desiderano vaccinarsi e non rientrano nelle citate categorie, possono comunque acquistare il vaccino in farmacia recandosi, per la somministrazione, dal proprio medico. Il Servizio sanitario regionale attiverà, come di prassi, un’azione di sorveglianza epidemiologica e virologica, realizzata tramite un gruppo di medici di medicina generale e di pediatri detti “medici sentinella”. Al programma partecipa anche il Laboratorio di virologia dell’Università di Perugia in collegamento diretto oltre che con l’assessorato alla Sanità, anche con l’Istituto superiore di sanità e il Ministero della salute.
6/10/2005 ore 15:55
Torna su