Venerdì 14/08/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Droga nascosta nel biliardino di un bar, giovane denunciato nel corso di controlli da parte della polizia
Servizi straordinari di controllo del territorio della Polizia di Stato. Gli agenti, tra l'altro, hanno trovato della droga nascosta nel biliardino di un bar. Il bilancio è di un arresto e quattro denunce. Le operazioni straordinarie di controllo sono state disposte dal Questore con l’impiego del Reparto Prevenzione Crimine di unità cinofile antidroga. Nella serata di mercoledi 8 luglio, all’atto di un controllo in un bar di Borgo Rivo, un giovane all’arrivo della polizia ha cercato di dileguarsi uscendo dalla porta di sicurezza tentando di disfarsi di un involucro. Il giovane, un ternano di 27 anni, è stato fermato e controllato dall’unità cinofila “Isco” che ha recuperato una dose di marjiuana gettata dal giovane in mezzo ad una aiuola nei pressi del bar. All’interno del “calcio balilla” del bar gli agenti hanno rinvenuto altri due involucri contenenti marijuana e cocaina. Nel corso della perquisizione domiciliare a casa del ragazzo è stata scoperta una vera è propria 'serra', adibita alla coltivazione di marjuana con piante alte due metri, germogli di marijuana, due bilancini di precisione, un coltello contenente residui di sostanza stupefacente e altra attrezzatura destinata alla coltivazione della marjiuana. Il ragazzo è stato denunciato alla Procura della Repubblica per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La Squadra Mobile nel corso di un servizio antidroga nel quartiere Sant’Agnese – Parco Rosselli ha denunciato un ventitrenne tunisino per spaccio di cocaina. Lo straniero si trovava in compagnia di altri due tunisini già arrestati nell’ambito dell’operazione “Gotham” e scarcerati nel mese di marzo. I due connazionali sono stati accompagnati in questura e dopo la denuncia perché inottemperanti all’Ordine del Questore sono stati nuovamente espulsi dall’Ufficio Immigrazione. La Squadra Mobile ha inoltre tratto in arresto un ternano del ‘71 su disposizione del magistrato di Sorveglianza che gli ha revocato i benefici connessi all’affidamento in prova al servizio sociale. I servizi hanno viste impiegate 10 pattuglie della Polizia di Stato con controlli ad oltre 100 persone e 51 veicoli.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
9/7/2020 ore 15:58
Torna su