Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:20
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Il Consiglio provinciale invita gli amministratori della Carit a chiedere con forza a Banca Intesa il rispetto degli impegni assunti in passato
Banca Intesa deve rispettare gli impegni presi per la Carit. Questo l’orientamento espresso dal Consiglio provinciale di Terni che, nell'ultima riunione ha approvato all’unanimità un ordine del giorno con il quale sollecita i vertici dell’Istituto di credito a non intraprendere azioni che potrebbero ripercuotersi sul personale. Nell’ordine del giorno, presentato da Alleanza nazionale e modificato successivamente dalla Conferenza dei Capigruppo, si afferma, infatti, che “anche a seguito delle iniziative assunte dal Presidente della Provincia e del confronto con le organizzazioni sindacali, il Consiglio esprime la propria contrarietà alle politiche di gestione del personale promosse da Banca Intesa, che colpiscono fortemente il tessuto economico ed occupazionale della città e dell’intera provincia di Terni”. Lo stesso Consiglio invita pertanto gli amministratori ternani rappresentati in seno alla Carit “a chiedere con Forza a Banca Intesa il rispetto degli impegni assunti a suo tempo”. L’ordine del giorno è scaturito da una precedente mozione presentata dal Gruppo Consiliare di Alleanza nazionale ed incentrata proprio sulla ratifica da parte del Consiglio di Amministrazione della Carit della decisione di Banca Intesa di non procedere alla trasformazione a tempo indeterminato dei contratti di formazione già avviati.




18/2/2004 ore 10:51
Torna su