Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:55
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Il condottiero narnese snobbato in città viene rispettato a Montevideo dove una suo grande monumento campeggia su una delle piazze più importanti
Anche in Uruguay si sono ricordati di Erasmo Gattamelata e gli hanno pure dedicata una statua in una delle piazze principali di Montevideo. Il nobile condottiero, nato a Narni nel 1370, non però ha goduto sino ad oggi di molti favori nella città che gli ha dato i natali. Solo una via del centro storico ricorda in qualche modo i legami tra il grande personaggio e la città di origine, “troppo poco” dicono da sempre alcuni esponenti politici che vorrebbero che a Gattamelata venisse almeno dedicato un monumento, magari simile a quello che campeggia sulla piazza del Santo a Padova, città dove Gattamelata morì nel 1443. Ora questa nuova rivelazione, fatta da Giorgio De Lorenzi, un narnese adottivo che per ragioni di lavoro è sempre in giro per il mondo, il quale ha scoperto la statua del condottiero in una piazza della città uruguaiana. “Gironzolando per Montevideo –a detto De Lorenzi - ho notato un monumento equestre che mi è subito sembrato familiare. Lì per lì ho pensato ad una delle tante statue di Bolivar o San Martin, ma qualcosa non mi tornava. Era troppo bella, addirittura stupenda. Fermatomi per meglio osservarla ho cominciato con grande stupore a riconoscerla: era proprio Il Gattamelata di Donatello! Una bella copia, acquistata dalla città di Montevideo nel 1960 e posta al centro di un grande slargo ove ogni giorno passano migliaia di persone. Davvero un bel pensiero, ma anche uno schiaffo morale alla nostra Narni a conferma del ‘Nemo profeta in patria’”.
3/1/2006 ore 15:35
Torna su