Lunedì 17/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Il cinema estivo si trasferisce dal centro storico a Narni Scalo, l'idea non piace a Bruschini (FI)
Chiude, almeno per il momento, l’Arena del Cinema Monicelli di Narni. Quello che da qualche anno, all’interno del cortile delle scuole medie di via Mazzini, era diventato il cinema estivo del centro storico, dunque, per questa estate rimarrà chiuso. I gestori del “Monicelli” confermano la notizia, ma annunciano anche che le proiezioni continueranno a Narni Scalo. “Il cinema – spiegano – rimarrà chiuso fino a giovedi 16 luglio. Le programmazioni riprenderanno all'aperto da venerdi 17 luglio a domenica 30 agosto, nei giorni di venerdi, sabato e domenica, presso l'Arena di adiacente la scuola elementare “Sandro Pertini” di Narni Scalo”. In sostanza il cinema si farà negli stessi spazi dove vengono effettuati i film de “Le Vie del Cinema”. Una novità che magari non piacerà ai cittadini del centro storico, ma che sarà gradita da coloro che vivono a Narni Scalo che potranno in questo modo avere a disposizione nei fine settimana un cinema a due passi da casa. “Questa decisione – afferma Sergio Bruschini (Forza Italia) -, non mi piace per niente. Non si tratta di razionalizzare un servizio ma semplicemente di un trasloco, con i costi di gestione che certo non diminuiranno. Da sempre la presenza del cinema estivo era stata salutata come una conquista di un servizio importante per la nostra città. Ma dopo questa novità viene meno anche questo tipo di servizio. Ed ancora una volta i nostri amministratori, che hanno autorizzato questo trasloco, hanno adottato la teoria dello spogliare un altare per vestrine un altro. Ritengo insomma – conclude Bruschini - che questa decisone vada in controtendenza rispetto alle necessarie valorizzazioni che devono essere mantenute a Narni. Pertanto chiedo alla giunta di rivedere questa decisione”.
8/6/2015 ore 3:10
Torna su