Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:13
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
I carabinieri di Narni Scalo fermano quattro ragazzi ad un posto di blocco a San Liberato e li denunciano per possesso di sostanze stupefacenti
Andavano a ballare in una discoteca dell’hinterland perugino ed erano partiti dalla provincia di Latina. Il loro viaggio si è interrotto però all’altezza di San Liberato dove un posto di blocco, istituito dai carabinieri della stazione di Narni Scalo, li ha fermati, identificati e trovarti in possesso di alcuni grammi di sostanze stupefacenti. L’operazione, condotta nella nottata di sabato dagli uomini del comandante Guglielmo Apuzzo, rientra in un quadro generale di controlli che i carabinieri sono soliti svolgere nei fine settimana, in modo particolare nelle notti a cavallo tra il sabato e la domenica. “Cerchiamo di fare prevenzione rispetto al fenomeno delle “stragi del sabato sera”-ha spiegato il maresciallo Apuzzo-e quindi controlliamo le centinaia di ragazzi che transitano lungo il Rato e che sono diretti verso i locali di Terni e di Perugia”. Ed è stato proprio in occasione di uno di questi controlli che sono saltati fuori, “da tre diverse autovetture, con a bordo giovani tutti provenienti dalla provincia di Latina” ha sottolineato il maresciallo Apuzzo, sei grammi di sostanze stupefacenti. I giovani laziali, di età compresa tra i 20 e i 25 anni, non si conoscevano tra li loro ma erano tutti diretti verso una discotecadella periferia di Perugia nota per la musica house che vi si balla. Il fatto curioso è che al posto di blocco i carabinieri di Narni Scalo nel giro di tre o quattro ore hanno fermato centinaia di macchine e che a finire nella rete, in orari diversi, siano stati dei ragazzi provenienti dalla medesima provincia. Un elemento questo che non è sicuramente sfuggito agli inquirenti e che non mancherà di fare riflettere le autorità alle quali, come prevede la legge, i militari della caserma di Narni Scalo, hanno denunciato i quattro laziali.
6/10/2003 ore 16:05
Torna su