Giovedì 09/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:31
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Dovrà scontare un anno e 6 mesi di reclusione il georgiano che qualche sera fa si era barricato in casa con il figlioletto di un anno e mezzo
Una pena esemplare quella inflitta dal giudice del tribunale di Terni al georgiano di 25 anni accusato di aver maltrattato la giovane moglie e il bimbo di appena un anno e mezzo. Ieri mattina lo straniero, che era stato arrestato dai carabinieri di Narni Scalo la sera del 10 novembre, si è presentato davanti al giudice che lo ha condannato ad un anno e sei mesi di reclusione. L’episodio aveva scosso fortemente l’opinione pubblica in quanto lo straniero, padre del bimbo, dopo aver litigato con la propria convivente, nonché madre del piccolo, aveva sbattuto fuori di casa la donna e si era barricato in casa con il figlioletto, minacciando di ucciderlo. La donna si era precipitata in strada ed era corsa a chiedere aiuto presso la vicina caserma dei carabinieri. Provvidenziale era stato l’intervento dei militari i quali, vista l’impossibilitò di ricondurre a miti consigli l’uomo, per entrare nell’appartamento erano stati costretti a buttare giù la porta. Nell’udienza di ieri mattina il giudice ha anche interdetto l’uomo a rientrare nell’abitazione della giovane.
19/11/2010 ore 1:43
Torna su