Mercoledì 23/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:48
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Disagi per la deviazione sulla Marattana, si sta costruendo lo svincolo per la piastra logistica
Disagi lungo la Marattana per i lavori necessari a creare lo svincolo da e per la piastra logistica. Da alcuni giorni il traffico viene regolato con un impianto semaforico che costringe gli automobilisti a transitare a senso unico alternato. Per l'occasione è stata utilizzata la viabilità interna della zona industriale di Pescecotto. In alcune ore della giornata si formano grosse file di automobili e camion, ma la deviazione era inevitabile. Ed anzi gli automobilisti dovranno abituarsi all'idea di fare delle "soste" davanti al semaforo rosso, in quanto i lavori dureranno fino a tutto il mese di maggio. Alla fine dell'estate, invece, è prevista l'apertura della "piastra". Da quel momento la piattaforma diventerà operativa. A dare conferma dei tempi è stato nei giorni scorsi Silvano Rometti, l’assessore regionale ai Trasporti. Sarà tuttavia un avvio "soft" in quanto non essendo ancora stata realizzata la "ministazione" ferroviaria per l’allaccio ai binari Rfi, non sarà inizialmente possibile l’arrivo dei convogli all’interno del piazzale. Ma sarà pur sempre un avvio: "La modularità iniziale - ha detto Rometti - sarà gomma su gomma". La ministazione non sarà una cosa da poco: costerà infatti circa 9 milioni di euro, soldi che la Regione sostiene di avere accantonato. Si tratterebbe di decidere se affidare direttamente a Rfi la costruzione, oppure passare per un’asta pubblica, operazione che sarebbe molto più lunga e laboriosa. "Dobbiamo superare questi ritardi – dice Sandro Piermatti, assessore ternano – dovremo essere in grado di far percorrere a 400 Tir al giorno un’altra strada, diversa da quella della Conca Ternana: quello sì che sarebbe un risultato incredibile sul fronte dell’inquinamento. Saremo vigili ed attenti che tutto vada velocemente in porto anche se la questione della ministazione è sicuramente un ostacolo in più". Pare che le ferrovie non vogliano che i convogli vengano immessi sul binario in esercizio: la loro formazione, vagone dopo vagone, dovrebbe essere realizzata nella ministazione, fuori dal traffico ferroviario ordinario. Il cantiere sulla Marattana comunque continua alacremente: del grande stabile di 4.000 metri quadrati si vedono già le serrande ed all’interno si stanno costruendo sale frigorifere e grandi magazzini. Insomma tutto dovrebbe essere pronto per la fine dell’estate. E i trasportatori? Gli operatori del settore che avevano combattuto per avere una loro piastra logistica? "Noi - dicono alcuni di loro - vogliamo essere coinvolti nella gestione perché il nostro problema, quello degli spazi, della movimentazione e dei risparmi ci tocca ancora per intero. Chi sarà a gestire? Con quali metodi? Con quali tariffe?". Interrogatovi che sarebbe bene sgombrare prima dell’estate, prima che si inizi far entrare mezzi pesanti dentro la piastra logistica di Narni e Terni.
6/3/2014 ore 2:08
Torna su