Domenica 22/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Corsa all'anello: meno di due settimane al via, si comincia il 25 aprile, torna il banditore unico
Meno di due settimane all’inizio. E tutto, ormai, a Narni parla della Festa. Allo starter ufficiale mancano 10 giorni, ma nei terzieri è come se si fosse già “dentro” la Festa. La 45esima edizione della Corsa all'Anello di Narni è dunque per molti aspetti già cominciata. Nelle scuderie è piombato il consueto clima che precede la sfida al campo dei giochi e chiunque si avvicini ai terreni di allenamento, viene opportunamente “controllato”. Il dubbio che un terziere avversario possa avere mandato delle “spie” per cercare di carpire i nomi dei cavalieri abbinati ai cavalli che si daranno battaglia il1 2 maggio, è sempre presente, quindi è sempre meglio usare prudenza. Si lavora alacremente nelle sartorie dove si stanno rammendando i vecchi costumi e mettendo appunto i nuovi; si lavora nelle osterie per sistemare al meglio i locali e verificare la funzionalità di forni e cucine. La 45esimea edizione si preannuncia ricca di novità, le più importanti delle quali sono di ordine pratico ed economico. Ad esempio, da quest'anno l'Ente Corsa, l'organismo che organizza la festa più importante di Narni, adotterà la pratica della "filiera corta", ovvero si appoggerà per gli approvvigionamenti delle derrate alimentari (pollami, carni, verdure e altri 'ingredienti' delle ricette medievali della Festa), ad aziende del territorio narnese ed umbro. Questo consentirà ai terzieri di risparmiare sensibilmente sui costi d'acquisto. Poi verranno adottati tutti gli accorgimenti previsti dalla legge regionale in tema di "Ecofeste", contribuendo in questo modo a salvaguardare l'ambiente e puntando ad ottenere tutti i vantaggi previsti dalle legge stessa. Insomma con un occhio si guarda al portafoglio, con l'altro all'ambiente. La festa prenderà il via giovedì 25 aprile, all'ora di pranzo con l'apertura anticipata delle taverne medioevali dei terzieri Mezule, Fraporta e Santa Maria. Nel tardo pomeriggio, invece, inizieranno ufficialmente i festeggiamenti, con la "madre" di tutte le rievocazioni, ovvero il passaggio del banditore, che quest'anno torna ad essere uno solo, come era un tempo; da diversi anni a questa parte, infatti, i banditori erano diventati tre: uno per ogni terziere. Spiccano sul programma le "Giornate medioevali" nell’ultimo weekend di aprile, poi il 1 maggio e quindi nel primo weekend di maggio. In mezzo troviamo spettacoli medioevali, balletti, mostre, convegni e kermesse di tamburini grandi e piccoli. Il 3 maggio, giorno di San Giovenale c’è la Corsa all'Anello Storica, mentre la settimana a cavallo tra il 5 ed il 12 maggio ci saranno le investiture dei cavalieri giostranti e sabato 11 maggio, alle 21, la sfilata del corteo storico. La Corsa Moderna allo stadio San Girolamo, domenica 12 maggioa lle 16, chiuderà le manifestazioni. I cavalli, lo hanno confermato le pre-visite, sono tutti in ottima forma e dunque sono pronti a dare grande spettacolo al campo de li giochi il giorno della giostra equestre. Insomma, a Narni si respira già il clima della festa e da qui al 12 maggio l'atmosfera in città sarà quella tipica di questo periodo, con i cittadini pervasi dalla passione e dal senso di appartenenza ai rispettivi rioni. Sfottò, scherzi e voglia di prevalere gli uni sugli altri caratterizzeranno la vita di tutti i giorni.
15/4/2013 ore 1:03
Torna su