Mercoledì 23/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:44
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Concerti a Villalago, gruppi emergenti provenienti da tutta Italia per suonare pezzi inediti e cover del grande rock anni '70 e '80
Prosegue, a Villalago di Piediluco, la manifestazione estiva “Villalago makes music festival”, organizzata da Provincia di Terni, Associazione Te.Ma. e Musical Box. Dopo i due grandi eventi musicali dei giorni scorsi che hanno attirato nel bel teatro all’aperto di Villalago migliaia di persone (giunte lo scorso 2 luglio per ascoltare dal vivo Sakamoto e Morelembaum, e il 5 luglio in occasione del concerto dei Tiromancino), la serata di sabato 12 luglio, si caratterizza invece per la presenza della band Perturbazione e per una varietà di proposte musicali che faranno da spalla al noto gruppo torinese, nell’intento di dare spazio anche ai gruppi locali emergenti. Un evento musicale davvero speciale, che già nel nome, “Villalago rising”, vuol dare l’idea di un qualcosa di nuovo che nasce per crescere e per salire sempre più in alto. In programma vi è infatti l’esibizione consecutiva di sei band di Terni che proporranno al pubblico un ampio ventaglio di nuove tendenze musicali. Un crescendo di sonorità che prenderanno il via a partire dalle 19.30 per alternarsi sul palco di Villalago, fino a culminare nell’atteso concerto dei Perturbazione. La formazione torinese, nata nel 1988 e cresciuta nel tempo, fino al successo ottenuto con l’incisione del più recente album dal titolo “In circolo”, attualmente è composta da voce, due chitarre, basso, batteria e violoncello. La band dimostra come sia ancora possibile produrre in Italia ottime canzoni anche senza doversi rifugiare nel post-rock e nei vari filoni alternativi, e soprattutto senza dover necessariamente fare compromessi con le esigenze radiofoniche e con la tradizione sanremese. Non a caso il genere dei Perturbazione è stato definito “l’altropop italiano”, quasi una terza via tra lo sperimentalismo indie e la canzone italiana convenzionale. Un genere che si muove tra sperimentazione e ironia, proponendo testi e melodie semplici ed orecchiabili, ma mai banali, a tratti malinconici e sempre ricchi di grande inventiva. A fare da contorno ai Perturbazione ci saranno sei band locali.Tra queste La Gioia delle Lusinghe, gruppo uscito vincitore dalla passata edizione di Ephebia Rock, che proporrà un repertorio che si muove fra indie rock, post e influenze noise. Ci saranno poi gli Slegatamenta, band di cinque elementi nata nel 1998, la cui filosofia è che la musica debba creare qualcosa in chi l’ascolta, trasmettendo sentimenti ed emozioni. Il loro è un genere che fonde diverse espressioni musicali muovendosi principalmente tra ritmi e sonorità dello ska e del reggae. Nati nel 1998 anche gli Pseudoselen, formazione inizialmente composta da basso, batteria, chitarra e voce e a cui poi si è aggiunta la seconda chitarra portando il gruppo al completo. La loro musica cerca di rincorrere in tutti i modi i vari generi pur curando un proprio stile ed una propria linea melodica vocale. Nella scaletta di domani sera sono attesi anche i Glory Hunter, formazione che esordì nel 1988 nella scena heavy rock italiana per crescere poi da un punto di vista compositivo-musicale verso una dimensione più metal e più aggressiva. La band, dopo un periodo in cui si era sciolta, torna quest’anno a scrivere brani propri, in occasione di Villalago Rising, evento che ospiterà la prima esibizione live del gruppo rinnovato. Ci saranno poi gli Ausilia, band rock di recente formazione, composta da voce, chitarra, basso e batteria. Tutti i brani, cantati esclusivamente in inglese, sono originali del gruppo le cui caratteristiche principali sono l’entusiasmo e l’energia. Il loro è un genere che attraversa funky e ska cercando di mantenere una propria identità. Di recentissima formazione anche The Feedback, giovanissima band nata dall’amicizia di sei compagni di scuola, che ora hanno tra i 18 e i 21 anni e che propongono un repertorio di rock melodico dove non mancano cover di Vasco Rossi, Queen e Led Zeppelin. Accessibilissimo il biglietto d’ingresso per la serata, pari a soli 5 euro. E’ possibile anche acquistare i biglietti in prevendita a Terni, presso i locali New Sinfony, Placebo, Gulliver, Met e Tomato 4, e a Rieti presso K&Y. L’ingresso a Villalago sarà consentito a partire dalle ore 19.00.



12/7/2003 ore 13:45
Torna su