Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:16
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Comincia stasera il festival "Cinema&Lavoro". Al teatro di Narni sarà ospite l'attore Silvio Orlando
Un festival che non esiste in nessun’altra parte del mondo. La prima edizione di “Cinema&Lavoro” che prenderà il via questa sera nelle sale cinematografiche ternane ed al teatro comunale di Narni, parte dunque con delle aspettative importanti. Quella di quest’anno rappresenta l’edizione “numero zero” quella che dovrà fare da battistrada ad un progetto che, nelle intenzioni dei numerosi Enti e delle associazioni che hanno unito le loro risorse per mettere in campo l'inedita manifestazione, punta molto in alto. I criteri ispiratori di questa proposta riguardano i rapporti fra l’arte cinematografica ed il mondo del lavoro. Pone in evidenza modalità, strade, chiavi di lettura attraverso le quali il cinema è in grado di rapportarsi con le problematiche e le realtà del lavoro e dell’occupazione. Il festival, è scritto in una nota diffusa dall’ufficio stampa, intende contribuire ad alimentare il dibattito, la ricerca, il confronto fra il lavoro, da un lato e le visioni del lavoro, dall’altro, che le cinematografie internazionali producono e diffondono. Senza dimenticare che il cinema stesso è un campo vastissimo di saperi, di competenze, di abilità, di tecniche, di professionalità. La presenza di Narni all’interno della rassegna non è marginale ma, anzi, molto significativa. “Ci è sembrata una proposta intelligente e se gestita in modo adeguato da tutti noi, proiettata verso un futuro importante-ha sottolineato Mara Gilioni assessore alla cultura del comune di Narni-non a caso questa prima edizione di “Cinema&Lavoro” potrà fregiarsi del prestigioso patrocinio offerto dal Presidente della Repubblica”. In una piccola città che da anni ha rivolto le proprie attenzioni verso il Cinema, questa nuova iniziativa va a collocarsi all’interno di un progetto che rafforza ancora di più questo legame. “Effettivamente la cosa non deve essere “letta” soltanto sotto l’aspetto culturale-ha precisato Mara Gilioni-perché al mondo del cinema e della “fiction” la nostra città, grazie alle sue peculiarità storico-ambientali, dovrà legarsi sempre di più. Lo abbiamo visto negli ultimi tempi con la realizzazione di parti di films, fiction e spot pubblicitari quanto sia importante per una piccola realtà come la nostra potersi dare quella visibilità a livello nazionale, che crea degli indotti importanti sia sul piano del lavoro che a livello turistico.” Il festival comincerà stasera con due proiezioni a Terni (Cinema Fedora) e con un importante lavoro di Ermanno Rea dal titolo "La Dismissione". A leggere i brani di questo lavoro un personaggio di spicco quale è l’attore Silvio Orlando. Sarà presente anche Rossana Rummo, Presidente del teatro Mercadante di Napoli. Mercoledì 4 giungo, sempre al teatro di Narni, verranno proiettati due grandi capolavori: "La classe operaia va in Paradiso" di Elio Petri e, a seguire, "Ambrogio" di Wilma Labate che sarà anche ospite della serata.
3/6/2003 ore 0:05
Torna su