Martedì 20/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:25
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Cambia il sondaggio, nel nuovo si parla del "restyling" di Via Tuderte a Narni Scalo
Scadute le due settimane di tempo cambia il sondaggio. Eravamo tentati, a dire la verità, di inserirne uno che parlasse di “Corsa all’Anello” e che chiedesse magari ai lettori un pronostico sul nome del vincitore della trentacinquesima edizione, ma ci è sembrato banale. E poi, per essere ancora più sinceri, alla festa narnese stiamo dedicando tantissimo spazio sulle nostre pagine, comprese quelle del forum dove chi lo vorrà potrà fare tutti i pronostici che vuole e “condirli”, magari, anche con delle note polemiche. Allora abbiamo optato per qualcosa di più attuale come il “restyling” cui è stata sottoposta negli ultimi tempi la via principale di Narni Scalo. Nuovo marciapiede e nuovi “dissuasori” in acciaio. Ai lettori, non solo quelli residenti a Narni Scalo, chiediamo se Via Tuderte, così come è stata “modificata”, piace o non piace. Per conto nostro nei prossimi giorni dedicheremo un piccolo servizio proprio ai “dissuasori” che il comune ha fatto installare lungo il marciapiede.
Riguardo al vecchio sondaggio, quello relativo alla domanda: “dove fate generalmente i vostri acquisti", vi diciamo che sono stati in pochi a parteciparvi: solo 43 lettori. Ci aspettavamo, sinceramente, qualcosa di più per un argomento, quello del commercio, che a Narni viene posto spesso sul “banco degli imputati”. In ogni caso, sia pure su di un campione limitato di persone, il dato che è emerso dal sondaggio è il seguente: 21 lettori hanno detto che per i loro acquisti vanno a Terni, 14 hanno detto invece di preferire Narni mentre gli ultimi 8 se ne sono “lavati le mani” ed hanno risposto che loro la spesa la fanno dove capita. Insomma ha vinto il “partito” di coloro (49%) che scelgono Terni come mèta abituale dei loro acquisti. Un dato che, in ogni caso, dovrà far riflettere i commercianti della nostra città.
27/4/2003 ore 21:51
Torna su