Lunedì 12/04/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:13
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Calvi dell'Umbria: sulla questione dei pini abbattuti scende in campo anche la Provincia
E' scontro aperto a Calvi sul taglio di decine di pini secolari che il Comune ha dato l'ordine di abbattere all'interno della grande pineta situata nella zona dei "Mulini a Vento". Da una parte ci sono gli amministratori, raggiunti peraltro da un avviso di garanzia per il reato di abuso di ufficio in concorso, i quali sostengono che "è tutto in regola; i pini sono malati e dunque vanno abbattuti. Ora è toccato a questi, più avanti riserveremo la stessa sorte anche agli altri"; dall'altra ci sono centinaia di cittadini calvesi che la pensano in modo esattamente opposto. "Stanno deturpando una pineta secolare – dicono -, un luogo dove mai nessuno si era sognato di allungare le mani per compiere un simile scempio. Il sindaco può dire quello che vuole, noi siamo convinti che prima di abbattere un albero bisognerebbe pensarci cento volte; non è con la storia che poi ne verranno ripiantati altri che possiamo giustificare quello che sta succedendo, perché una pianta a crescere ci mette tanti anni e comunque il disastro che si sta compiendo nella nostra pineta rimarrà per sempre sotto agli occhi di tutti".
Intanto anche la Provincia di Terni vuol capire cosa sta accadendo presso la pineta di Calvi. L’Assessore provinciale all’Urbanistica, Giampaolo Antoniella, ha infatti reso noto che il dirigente del servizio Assetto del Territorio ha chiesto formalmente al Comune di Calvi dell’Umbria chiarimenti in merito alla vicenda legata alla pineta, tenendo conto delle prescrizioni contenute nella delibera di Consiglio provinciale con la quale si era verificata la conformità del piano regolatore comunale al Ptcp, con indicazioni riguardanti le questioni in oggetto e tenendo conto anche di quanto emerso dalla conferenza istituzionale e degli adempimento effettuati. Una volta completato il quadro dei chiarimenti l’Amministrazione provinciale valuterà l’eventualità di adottare gli atti di propria competenza.
31/5/2008 ore 13:10
Torna su