Mercoledì 23/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Calvi dell'Umbria, la Magistratura ha archiviato il caso: il Comune non ha commesso nessuna irregolarità nella zona dei "Mulini a vento"
Il "caso" è archiviato. La Magistratura ha dunque messo la parola fine alla vicenda legata a presunte irregolarità che gli amministratori del Comune di Calvi dell'Umbria avrebbero commesso, dando ordine di abbattere decine di pini nella zona dei "Mulini a vento". La vicenda ebbe inizio nel gennaio del 2007 quando presso la locale stazione dei carabinieri fu presentata una denuncia con la quale venivano segnalate delle presunte violazioni alle norme penali e contabili in riferimento all'aggiudicazione da parte di una ditta locale di un lotto di terreno posto in vendita dal Comune di Calvi dell'Umbria. Poi, alcuni mesi fa, si apprese che gli amministratori comunali, e due imprenditori del posto, erano stati raggiunti da un avviso di garanzia per il presunto reato di abuso d'ufficio in concorso tra loro. A conclusione delle indagini, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni ha chiesto al Gip l'archiviazione del procedimento ed il magistrato ha accolto la richiesta. Soddisfazione è stata espressa da Silvano Lorenzoni, il sindaco di Calvi, il quale aveva sempre difeso le scelte amministrative fatte dall'esecutivo che dirige da un paio di anni, spiegando che no era stata commessa alcuna irregolarità. Ed oggi la Magistratura gli ha dato ragione.


10/7/2008 ore 5:53
Torna su