Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:09
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Bruschini sollecita il sindaco: "Ci vogliono maggiori risorse per il settore dell'informatizzazione della macchina comunale"
L’amministrazione comunale narnese è stata tra le prime ad intraprendere un immediato ed efficiente progetto di informatizzazione dei suoi uffici. Il sito internet dedicato alle attività comunali rappresenta ormai un importante mezzo di comunicazione con il resto del mondo e un efficace veicolo pubblicitario per le varie iniziative e istanze dell’amministrazione. Sergio Bruschini, consigliere comunale di Forza Italia, prende atto dell’opera di ammodernamento e di informatizzazione portata avanti dalle giunte susseguitesi al governo della città, ed elogia i vari provvedimenti attuati nel corso di questi anni. Tuttavia Bruschini insiste, affinché l’amministrazione continui su questa strada investendo ancora di più in questo settore. “Qualcosa di buono è stato fatto-sottolinea Bruschini-ora però, è necessario rimanere al passo con i tempi e soddisfare le sempre maggiori esigenze legate alla multimedialità, alla telematica ed a sempre un più forte e capillare processo di accesso interattivo. Investire in mezzi, uomini e risorse per fare il salto di qualità richiesto”. Una visione in linea con i piani nazionali di e-government, la nuova tendenza auspicata dal governo centrale, che prevede diversi livelli di informatizzazione delle pubbliche amministrazioni. Facendo un rapido raffronto con i livelli stabiliti dai piani di e-government potremmo classificare Narni più o meno al secondo livello dei quattro previsti dal progetto. Il passo decisivo auspicato anche da Bruschini, è quello di raggiungere un elevato grado di interazione tra i cittadini e la pubblica amministrazione. Gli utenti, secondo i desideri del legislatore, dovrebbero poter interagire direttamente da casa con le amministrazioni eliminando una volta per tutte, la famigerata lentezza della macchina burocratica. Oltre alla posta elettronica il cittadino dovrebbe avere la possibilità di poter scaricare dalle pagine web comunali, moduli, documenti, materiale di vario tipo, fino ad arrivare al livello più elevato di interazione che sarebbe quello di poter avanzare delle istanze con la pubblica amministrazione direttamente da casa, risparmiando viaggi, tempo, file agli uffici pubblici, il tutto nella massima trasparenza; il cittadino può seguire passo dopo passo i procedimenti sempre via internet. Tutto ciò collima con il nuovo look del sito comunale. Pur presentandosi bene agli occhi dei navigatori del web, il sito risponde solo alle esigenze dell’informazione e della promozione turistica, mentre è ancora molto carente, sempre attenendosi a questi famosi piani di e-government, sotto il punto di vista interattivo. Un passo indietro quindi? Al di là delle funzioni del sito comunale, Bruschini fa bene a mettere in chiaro che c’è molto da fare. Per questo fa una lista molto precisa dei provvedimenti da mettere in campo per informatizzare ancora di più la macchina amministrativa: “Sarà necessario predisporre nel prossimo bilancio risorse piu adeguate per il settore “informatizzazione” - sottolinea bruschini - presentare in Consiglio, le linee guida di un nuovo Piano telematico comunale, definendo i programmi, gli obiettivi e gli strumenti di attuazione, predisporre, all'interno del Piano telematico il piano di innovazione della pubblica amministrazione, l’organizzazione in personale e strutturare un apposito “settore dedicato all’information tecnology” e portare avanti un progetto di riqualificazione della formazione professionale”.
8/10/2003 ore 14:00
Torna su