Venerdì 03/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:02
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Bruschini (F.i.): "Il comune sta smantellando il settore informatico". Gli risponde Bigaroni: "Non è vero, abbiamo un apparato altamente efficiente"
Un malinteso o, forse, un errore di valutazione. A leggere il testo della interrogazione urgente che il consigliere di Forza Italia Sergio Bruschini si è precipitato ieri a scrivere, pare di essere di fronte ad un caso di clamorose decisioni del comune di Narni che, secondo Bruschini, sarebbe sul punto di “smantellare il settore informatico dell’apparato amministrativo”. Bruschini, che è sempre stato un convinto assertore dell’utilizzo del p.c. e della rete, ha tratto lo spunto per buttarsi a capofitto in questa faccenda, da una mail ricevuta dal responsabile della segreteria del consiglio comunale che notoriamente si occupa dell’invio (attraverso la rete) di comunicazioni e delle convocazioni riguardanti il consiglio comunale o altre riunioni. “Nella mail che è stata inviata a tutti i consiglieri ed a quanti ricevono quotidianamente i comunicati comunali-spiega Bruschini-viene detto chiaramente che l'assessorato all'informatica ha deciso di azzerare questo tipo di servizio, e che l’impiegato che sino ad oggi se ne era occupato è stato "comandato" a trasferirsi presso l'ufficio Tributi dove dovrà occuparsi dell'imbustamento delle fatture. Quindi è chiaro che il comune non avrà più a sua disposizione alcun tipo di servizio informatico funzionante. Si tratta di una scelta assurda-insiste Bruschini-perché metterà tutti noi nelle condizioni di non essere più avvisati tempestivamente delle attività della macchina comunale. In ogni azienda che si rispetti c’è un settore apposito (Itc) che si occupa esclusivamente di queste funzioni che nel nostro comune sino ad oggi sono state gestite dalla segreteria. Perché, anziché migliorare e potenziare i servizi informatici, il comune dimostra di voler andare nella direzione opposta? Cosa accadrà ora se dovesse “piantarsi” uno dei tanti computer di uffici vitali quali quelli dell’anagrafe o dell’urbanistica?” L’allarmismo di Bruschini viene smorzato sul nascere dall’assessore Cardinali: “Ma quale smantellamento?- attacca-il servizio è perfettamente coperto e lo spostamento di un impiegato, che tra l’altro già da tempo si sapeva che si sarebbe dovuto occupare di altre cose, non giustifica questi allarmismi. L’assistenza tecnica della nostra rete è curata e garantita 24 ore al giorno da fornitori esterni e riguardo all’invio puntuale e sistematico di comunicazioni ai consiglieri ed ai dipendenti comunali, tranquillizzo tutti perché il servizio continuerà ad esistere; tra l’altro nessuno di noi ha mai pensato di fare marcia indietro rispetto all’utilizzo del settore informatico”. Ci mette il “carico” pesante anche il sindaco Bigaroni che sottolinea come “il comune di Narni è all’avanguardia riguardo alle strutture informatiche ed all’uso della rete. Abbiamo un sito aggiornato in tempo reale ed un sistema efficientissimo e possiamo anche permetterci di spostare un impiegato o di mandarne in ferie altri perché in ogni caso il servizio è garantito da un perfetto apparato che siamo riusciti a mettere in piedi”.
6/7/2004 ore 4:53
Torna su