Domenica 22/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:57
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Arriva la Virgilio Maroso, per i rossoblù è vietato sbagliare
La Narni sportiva ha vissuto e sofferto un sabato pomeriggio davanti alla tv che proponeva Castelrigone-Pontevecchio e per un soffio non ha potuto gioire appieno. I rossoverdi di Flamini, infatti, sono stati costretti a mollare due punti sul terreno del "San Bartolomeo" e l’hanno scampata bella perchè i grigi di Cucinelli (che a fine partita ha indicato nella Narnese e nella Maroso le due squadre più forti del campionato n.d.r.) si sono mangiati una dozzina di palle gol al cospetto di una squadra che nella mezz’ora finale è apparsa davvero alla frutta. Per la Narnese dunque belle notizie sia riguardo la precaria forma mostrata anche a Castel Rigone dalla capolista, sia perché la battuta di arresto dei rossoverdi permetterebbe, a patto che si vinca contro la Maroso, di ridurre ad una sola lunghezza le distanze dalla vetta. Ma la Narnese contro i biancoverdi di Di Martino vincerà? La domanda è d’obbligo perché quella che attende i rossoblù è una partita non facile. E’ dunque arrivato il gran giorno del derby Narnese-Virgilio Maroso, una partita che fino a qualche stagione fa poteva essere "pensata" solo per qualche amichevole o una sgambatura settimanale. Invece, grazie al mecenatismo del presidente Marco Moroni, questa gloriosa società (una delle più vecchie di Terni) è arrivata a giocare nel massimo torneo dilettantistico. E non si è certo presentata con i piedi di piombo, anzi, alla vigilia era considerata dagli addetti ai lavori come una delle grandi favorite. A sette giornate dalla fine però ogni sogno di gloria è riposto nei play-off (troppi 11 punti di distacco dalla prima e 8 dalla seconda), un traguardo che sembra alla portata di Mauro Di Martino (5° allenatore stagionale n.d.r.). Insomma da questa presentazione della squadra biancoverde si evince quanto sia difficile il compito per i rossoblù reduci dal mezzo passo falso di domenica scorsa. Marco Schenardi deve fare i conti solo con un assente certo, il difensore Botta clinicamente guarito ma non ancora pronto, per il resto qualche dubbio nella costruzione della difesa, il rientrante Rosati non appare al meglio, e nella scelta degli junior, forse un pò stanchi. Al di la della formazione che verrà scelta, a contare e ad essere decisive saranno le motivazioni che i rossoblù riusciranno ad esprimere in campo. Osservati speciali ci saranno da una parte il narnese Gianni Matticari che gioca con la Maroso, dall’altra il capocannoniere del torneo Giuliano Cioci che promette di farsi perdonare immediatamente per gli erroracci sotto porta di sette giorni fa. Chicca finale: ad arbitrare era stato chiamato in un primo tempo Rosati di Foligno che diresse, bene, Massa Martana – Narnese partita vinta per 2-1 dai rossoblù; in un secondo tempo però è arrivata una nuova designazione: Serrani di Perugia che diresse, molto male, sia Arrone-Narnese vinta dai rossoblù che Castelrigone-Narnese con sconfitta di Schenardi e compagni. Questi sono i misteri del mondo aribitrale. (G.C.)
19/2/2005 ore 17:45
Torna su