Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:56
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Arriva il Como e per la Ternana non ci sono alternative: si deve vincere
Con il Como può andare bene un solo risultato: la vittoria. Non c’è scusa che tenga questa volta, non ci si può nascondere più dietro le assenze, dietro i problemi fisici o psicologici. Giovedì servono i tre punti per tanti motivi. Servono per ridare fiducia e stabilità all’ambiente, servono per non perdere il treno per la serie A, servono perché sarebbero il giusto coronamento alla ripresa dei rossoverdi. Ripresa iniziata con lo scontro casalingo contro il Cagliari e proseguita nel migliore dei modi nella gara contro il Catania. La Ternana sembra aver recuperato il proprio gioco, è tornata una squadra tonica, veloce, ed uno degli artefici di questa ripresa è sicuramente Massimo Borgobello. Il bomber di Sacile ha infatti ritrovato la via del goal, è andato a segno ben tre volte in quattro gare, e proprio la rete fatta contro il Catania nel primo quarto d’ora ha dato fiducia ai rossoverdi e gli ha permesso di iniziare a giocare tranquilli. Borgobello è da sempre il simbolo della Ternana ed averlo ritrovato così in forma, visti i problemi derivatigli dall’infortunio, potrebbe essere uno degli assi nella manica da giocarsi in questo finale di campionato. Assi, al plurale, perché Borgobello è solo uno degli uomini “ritrovati” di questa Ternana, c’è il ritorno infatti anche di Massimiliano Esposito che dopo l’infortunio aveva mostrato un po’ di difficoltà a tornare in perfetta forma e che invece contro il Catania ha messo in mostra tutte le sue qualità. Tra tanti assi “esperti” è comparso anche un asso “giovane”, che ha dimostrato, ancora una volta, quanta voglia abbia di giocare e soprattutto quanto è in grado di dare. Stiamo parlando di Giulio Migliaccio, il migliore in campo domenica scorsa, che ha giocato dopo 40 giorni di stop per infortunio ed anche con la febbre. Forse sarà proprio lui il vero asso nella manica della Ternana, l’uomo fresco in grado di portare una ventata di aria nuova in campo e soprattutto potrà provare a contagiare gli altri con la sua grande voglia di giocare. Per la gara con il Como comunque saranno ancora assenti Jimenez, Scarlato e Brevi mentre Nicola ed Esposito, tornati con qualche piccolo problema dalla Sicilia, sembrano recuperare bene. Ultima nota: l’arbitro di giovedì sarà Tombolini. Ma nessuno provi a prenderlo come scusa.
E.B.
17/3/2004 ore 18:31
Torna su