Lunedì 27/09/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:48
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni, scatta l'ordinanza antismog: stop alle auto e limitazioni ai riscaldamenti nelle case
Attenzione alle limitazioni al traffico in vigore al traffico a Terni nel periodo invernale. A causa di numerosi sforamenti da polveri sottili sono scattio di nuovo i divieti per alcuni tipi di automezzi. L'ordinanza da lo stop alle auto più inquinanti ed ai camini. Uno stop dovuto al superamento dei valori di Pm10 monitorati da Arpa e previsto dalle ordinanze adottate dall'Amministrazione Comunale anche in applicazione delle normative regionali e nazionali. Queste prevedono l'obbligo dei comuni ad adottare misure a contrasto dello smog citadino quando questo supera i limiti. Pertanto dal 13 dicembre, il lunedì ed il martedì, fino al 31 marzo, non potranno circolare le auto più inquinanti: benzina Euro 0 e 1 diesel Euro, Euro 1 ed Euro 2. Da lunedì al giovedì, fino al 31 marzo, divieto di utilizzo di impianti di combustione a biomassa vegetale, come camini a legna e stufe a pellet con caratteristiche ad alta emissione. Le misure di limitazione dell’inquinamento nella Zona di Salvaguardia Ambientale, ovvero su tutto il territorio comunale, salvo le zone indicate nell’ordinanza sono previste nelle ordinaze firmate dal sindaco Latini.
ORDINANZA TRAFFICO VEICOLARE
Le auto diesel interessate dal blocco sono solo quelle Euro 0, Euro 1 ed Euro 2; quelle a benzina, blocco fino a Euro 1 incluso. L'ordinanza prevede alcune deroghe. Orari stop: 8.30 -12.30 e 14.30-18.30.
ORDINANZA CAMINI
Divieto di utilizzo dei caminetti tradizionali e degli impianti biomasse vegetali, dal lunedì al giovedì h24 , nelle zone a meno di 300 metri di quota. Sul fronte del contenimento dello smog, l'amministrazione comunale rammenta altresì che sono in vigore dal 1° novembre scorso l’ordinanza che limita la temperatura nelle abitazioni a 18 °C e riduce la durata di accensione giornaliera a un massimo di 11 ore, tra le 5 e le 23; l’ordinanza divieto di combustione dei residui vegetali al di sotto dei 300 metri di quota.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
13/12/2020 ore 9:23
Torna su