Venerdì 14/06/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:19
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Rapina e picchia un medico, i carabinieri arrestano un uomo di 35 anni
E' accusato di “rapina aggravata” e “lesioni personali” l'uomo di 35 anni che è stato arrestato dai carabinieri di Sangemini. I militari hanno agito in collaborazione con i loro colleghi della Sezione Radiomobile di Terni. Essi hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Terni nei confronti del 35enne italiano già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, che è stato rintracciato in paese, secondo quanto riferiscono i carabinieri, "lo scorso 21 novembre sarebbe stato sorpreso da un medico del luogo a rovistare nella borsa che egli aveva momentaneamente appoggiato su una sedia all’esterno di un esercizio pubblico di San Gemini. Il 35enne, sotto la minaccia di un coltello, si sarebbe fatto consegnare dal medico tutto il denaro che aveva con sé (quantificato in circa 50 euro) per poi colpirlo al volto più volte per convincerlo a portarlo presso la sua abitazione, dove l'aggressore era sicuro che detenesse altri soldi". "Qui - continua la nota dei carabinieri -, il 35enne avrebbe continuato a colpire la vittima con pugni e calci. Il 35enne rovistava in tutti i mobili e metteva a soqquadro l’intera abitazione, asportando altro denaro ed oggetti preziosi. Non soddisfatto del bottino, e sempre tenendo il medico sotto la minaccia del coltello, l’uomo avrebbe lo costretto a raggiungere uno sportello bancomat del centro di San Gemini e qui lo avrebbe obbligato a prelevare alcune centinaia di euro, di cui si impossessava. Poi, avvedutosi della presenza di altre persone, l'aggresore avrebbe lasciato andare la vittima". "I fatti - riferiscono i carabinieri - verificatisi lungo le vie del paese -, sono stati filmati dal sistema di videosorveglianza predisposto dal comune di San Gemini che si è rivelato quanto mai fondamentale per la ricostruzione dell’evento. Tutti gli avvenimenti sopra riportati, così come ricostruiti, sono stati refertati alla locale Procura della Repubblica che li ha valutati richiedendo l’emissione del provvedimento cautelare personale. L’arrestato è stato quindi condotto in arresto presso il carcere di Terni".
6/12/2022 ore 12:53
Torna su