Domenica 25/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ospedale Narni-Amelia, Eleonora Pace risponde a Tramini: "eviti di avventurarsi in ricostruzioni fantasiose"
Tramini chiama e la Pace risponde. Il consigliere comunale del M5S aveva addossato all'attuale giunta, capitanata da Donatella Tesei, delle reponsabilità dovute alla mancata accellerazione della pratica riguardante la costruzione dell'ospedale unico di Narni e Amelia. Tramini aveva anche chiamato in causa la consigliera Eleonora Pace, chiedendole, quale presidente della terza commissione regionale, di dare delle rassicurazioni ai cittadini narnesi ed amerini. La risposta della Pace non si è fatta attendere. "Suggerisco al consigliere comunale dei 5 Stelle Luca Tramini - scrive la Pace in una nota -, di continuare a fare selfie in divisa, nel tentativo di emulare qualcuno ben più famoso di lui col quale era alleato fino a poco tempo fa, piuttosto che avventurarsi in ricostruzioni fantasiose su ritardi e inadempienze di cui tutti conoscono la genesi. La storia del nuovo ospedale di Narni-Amelia - ricorda il Consigliere - è lunga 40 anni ed è fatta di prime pietre, rinvii, accordi sottoscritti, rivisitati e ricorsi terminati solo pochi mesi fa. Problemi che il consigliere Tramini dovrebbe conoscere bene visto che venivano denunciati anche dai suoi colleghi 5 Stelle in Regione prima della conversione sulla via delle elezioni regionali dello scorso ottobre quando, in preda alla sindrome di Stoccolma, i 5 Stelle 'nostrani' si arruolarono nell’esercito della sinistra umbra. Attribuire oggi, ad appena 6 mesi dall’insediamento alla giunta Tesei e in piena emergenza Coronavirus, il ritardo della costruzione del nuovo ospedale di Narni-Amelia, fa veramente sorridere – prosegue la Pace -, poiché in questi mesi sia nei luoghi istituzionali che negli incontri pubblici, dando seguito ad una mia interrogazione in cui chiedevo all’assessore Coletto chiarezza sull’eredità che ci era stata lasciata, ci siamo messi a lavorare per arrivare ad una sintesi che si basasse sulla concretezza del progetto e non sui processi alle intenzioni di cui il Consigliere Tramini sembra essere diventato un grande esperto. Cosi come stiamo lavorando, anche se Tramini non se ne è accorto, alla riapertura in sicurezza dopo il coronavirus dei due presìdi, sia per il personale che ci opera sia per i pazienti. Abbiamo istituito un tavolo permanente composto dai professionisti dei due ospedali di Narni e Amelia, dai due Sindaci e dalla sottoscritta, a cui ha preso parte anche il Commissario della Asl 2 Dott. De Fino per lavorare al mantenimento della piena efficienza dei servizi attualmente in essere nei due presìdi, avviando inoltre un percorso per sanare criticità stratificate nel tempo rispetto alla mancanza di figure professionali in diversi reparti, lavori di adeguamento rimasti per anni nel dimenticatoio, riorganizzazione in sicurezza dei due punti di primo soccorso e maggiore integrazione dei servizi con l’ospedale di Terni di cui sempre da anni si parla ma che nessuno ha mai realizzato. Tutto ciò, ricordo allo 'smemorato' Tramini, in evidente controtendenza al progressivo depotenziamento dei servizi a cui invece abbiamo assistito in questi anni di fronte ad una Regione sorda alle istanze di questo territorio. A volte parafrasando un vecchio detto – conclude Eleonora Pace - sarebbe meglio non scrivere niente perché non si ha nulla da dire piuttosto che togliere ogni dubbio scrivendo sciocchezze".
1/6/2020 ore 2:55
Torna su