Lunedì 06/02/2023
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:31
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
"No" del Consiglio Comunale a nuovi biodigestori o impianti di trattamento e smaltimento rifiuti sul territorio
Un "no" netto, pronunciato attraverso l'approvazione di un Ordine del Giorno. Nell'ultima seduta del Consiglio Comunale di Narni si parlava di questioni ambientali e di impianti di biodigestione o di trattamento di fanghi. In sala Sala Consiliare c'eranomolti cittadini, rappresentanti di comitati e associazioni. "Dopo una serie di interpellanze e interrogazioni - si legge in una nota -, presentate dai consiglieri di minoranza e a cui hanno dato risposta il Sindaco Lucarelli e l'Assessore Rubini, l’Ordine del Giorno proposto dalla maggioranza in modo congiunto, ha portato la discussione su un piano di concretezza e di incisività ed è stato proposto come lo strumento d’indirizzo politico-amministrativo del Consiglio su cui Sindaco e Giunta possono poggiare le loro posizioni ad ogni tavolo di discussione o valutazione che tratti l’argomento in oggetto. Il documento inoltre- recita ancora il comunicato -, vuole sollecitare la Regione Umbria, che per competenza rimane l’interlocutore principale per il rilascio delle necessarie autorizzazioni e per i controlli, di dotarsi di una legge specifica con criteri chiari per la localizzazione programmata e condivisa con le amministrazioni locali per impianti di questo tipo e di potenziare gli strumenti normativi e tecnici (esiste una proposta di legge ferma da un anno) necessari alla regolamentazione e al controllo delle emissioni odorigene. Grazie al contributo costruttivo anche delle forze di minoranza, l’OdG è stato votato all’unanimità dal Consiglio Comunale di Narni, evidenziando in tal modo l’attenzione del consiglio tutto nei riguardi dell’ambiente nel rispetto dei cittadini narnesi".
L'ORDINE DEL GIORNO
L'Ordine del Giorno è stato firmato dai Gruppi consiliari di Partito Democratico, Lista Lucarelli Sindaco, Partito Socialista Italiano e Movimento 5 Stelle. Questo il testo: "L'Ordine del Giorno impegna Sindaco e Giunta a manifestare, nei casi di nuove richieste d'insediamenti che abbiano caratteristiche di questo tipo (biodigestori e/o impianti di depurazione/smaltimento dei rifiuti urbani ed industriali) nel Comune di Narni, in aree già compromesse o non adatte, il parere contrario del Consiglio Comunale di Narni. Tenere in considerazione, qualora ci siano richieste di ampliare le autorizzazioni/certificazioni per aziende che già trattano sostanze potenzialmente impattanti dal punto di vista odorigeno, del fatto che questo territorio risulta saturo, fortemente stressato e non sopporterebbe ulteriori elementi di sovraccarico. Inoltre di richiedere agli organi competenti, un’ulteriore implementazione anche nella zona sud del Comune (ex Industrie Chimiche di Nera Montoro e nelle aree di Treie e San Liberato) di sistemi fissi predisposti al monitoraggio e controllo delle emissioni inquinanti fuggitive da impianti industriali, civili o dal traffico veicolare che insiste sulla zona. Sollecitare l'accelerazione dell'iter di approvazione del nuovo piano paesaggistico regionale. Sollecitare l'approvazione della legge regionale sulle emissioni odorigene. Siamo fermamente convinti che recuperare, riciclare e riutilizzare i rifiuti, sia domestici, zootecnici che industriali, rimane l'opzione prioritaria su cui dobbiamo tutti impegnarci e lavorare per consentire alle future generazioni di vivere in un pianeta migliore, ma questo deve avvenire nella piena sostenibilità, in armonia con cittadini e territorio. Questo Comune ha da sempre dimostrato di saper convivere e anzi sostenere sviluppo industriale innovativo e manifatturiero, ma in questo ultimo periodo abbiamo accumulato esperienze negative, registrate formalmente da una serie di prescrizioni degli organi di controllo e da diffide e ordinanze Comunali e Regionali.
Abbiamo registrato la disponibilità del Sindaco Lucarelli e dell’Assessore Rubini a portare avanti le nostre richieste e li ringraziamo per l’impegno insieme agli Uffici tecnici Comunali e Regionali, a quelli dell'Arpa e in generale degli organi di controllo. A tutti loro vanno i nostri ringraziamenti per il lavoro svolto".
22/1/2023 ore 5:23
Torna su