Venerdì 30/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:00
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: soddisfazione degli organizzatori per la undicesima edizione del "Narnia Festival"
Soddisfazione generale per l'undicesima edizione el Narnia Festival. C'è stato grande apprezzamento da parte del pubblico, con gli spettacoli sempre sold-out. La manifestazione ha offerto una ricca proposta di 55 eventi, tra anteprime e cartellone principale, in un melange di arti e forme espressive in cui la musica fa da filo conduttore. Importanti i nomi del panorama artistico nazionale che hanno calcato il palco del Narnia Festival: da Enrico Vanzina a Mogol, da Luisa Corna a Debora Caprioglio. Presente anche la campionessa olimpica di nuoto e giornalista RaiNews Novella Calligaris. Quartiere generale come sempre è stata Narni con le sue location diffuse, ma il festival ha fatto tappa anche a Terni, Amelia e San Vito. Tra gli spettacoli hanno entusiasmato quello di apertura con l’omaggio all’Italia del concerto ‘Fantasia italiana’ che ha visto Cristiana Pegoraro al pianoforte e l’Orchestra Filarmonica Città di Roma diretta dal maestro Lorenzo Porzio; ‘Donne di cuori’ con Luisa Corna, un viaggio musicale in omaggio a grandi interpreti della musica pop italiana; ‘Da Gershwin ai Beatles’ davanti alla Fontana dello Zodiaco, a Terni, recentemente restaurata, in cui si sono esibiti Cristiana Pegoraro al pianoforte, le star internazionali della tromba Andrea Tofanelli e del corno Giovanni Hoffer e l’orchestra di ottoni e percussioni Abbrassh diretta dal maestro Porzio, e la grande serata dedicata allo swing con l’evento ‘Tu vuo’ fa’ l’Americano’ di cui sono stati protagonisti il Conosci mia cugina? 5et e i ballerini di The Sunny Side of the Swing. “Il cartellone ha ospitato anche eventi esclusivi in location intime di rara bellezza – ha commentato Cristiana Pegoraro –, come ‘Jazz al tramonto’ al vicolo Belvedere, ‘Due vite su un pentagramma’ dedicato ai diari di Clara e Robert Schumann che ha visto Debora Caprioglio e Germano Rubbi esibirsi nella sala espositiva del Beata Lucia e poi una degustazione nella terrazza dei Plenaristi, e i concerti davanti alla Pala del Ghirlandaio (di Zeneba Bowers e Matt Walker il primo e di Giovanni Cisternino e Laura Cipriano il secondo) con visita privata al Museo Eroli”. Di grande successo anche i programmi di didattica, che la Narnia Arts Academy ha proposto in parallelo al festival, con presenze internazionali da Paesi come Germania, Giappone, Norvegia, Serbia, Polonia e Usa. I programmi hanno visto raddoppiare i numeri delle presenze rispetto alle passate edizioni, in particolare quello di danza e quello di opera, l’International Vocal Arts Program, a cui hanno partecipato 55 cantanti provenienti da 27 stati americani che poi hanno avuto la possibilità di esibirsi durante l’anteprima Narnia Festival Opera.
7/8/2022 ore 1:25
Torna su