Domenica 14/04/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:40
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: realizzato a tempo di record il secondo murales dedicato al cinema con protagonista Alberto Sordi
Un nuovo ed importante omaggio al cinema italiano. E' quello rappresentato dal grande murales che è stato completato nella serata di domenica 25 febbraio a Narni Scalo. L'opera muraria è stata realizzata dall'artista David Pompili sulla grande parete del ristorante "Italia '61". Essa rappresenta un'immagine iconica del cinema italiano di metà anni '50, quella estratta dal film "Un americano a Roma" con protagonista uno straordinario Alberto Sordi e l'impareggiabile regia di Steno. Ed è proprio il faccione di Alberto Sordi ad essere stato disegnato da Pompili, il quale, ha colto l'immagine dell'attore nel momento in cui si riempie la bocca con una grossa forchettata di spaghetti, nella mitica scena in cui Albertone, molla latte, senape e mostarda per dedicarsi ai più italiani spaghetti. Una scena che bene si addice al luogo dove il murales è stato realizzato. Questa nuova opera si inquadra nel progetto di rigenerazione urbana. Il Comune di Narni, infatti, ha recentemente pubblicato un avviso per acquisire manifestazioni di interesse da parte di soggetti privati per il consenso alla realizzazione di murales ispirati al cinema. Il progetto si inquadra all'interno di quelle che sarà la prossima edizione di "Narni, le Vie del Cinema", in programma dal 29 luglio al 3 agosto. "L'evento - ricorda il sindaco Lucarelli - , si appresta a celebrare il suo trentesimo anniversario.. Si tratta di un traguardo importante, al quale intendiamo rendere omaggio arricchendo la manifestazione con iniziative di rigenerazione urbana, nel tentativo di sottrarre Narni Scalo dall’immagine di un centro privo di cultura e di memoria storica, e di sottolineare il legame con il cinema italiano già avviato con l’intitolazione di alcune vie e piazze".
26/2/2024 ore 2:20
Torna su