Mercoledì 23/06/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:36
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: degrado e disagi al Parco dei Pini, mamme preoccupate per i loro bambini
Eliminare alcuni pericoli e risolvere situazioni di degrado al parco pubblico di Narni Scalo. E' quanto chiedono di fare alcune mamme che sono solite frequentare i giardini insieme con i loro bambini. Stando a quanto riferiscono al nostro portale queste mamme, sarebbero diverse le situazioni di degrado e di pericolo esistenti all'interno del più grande parco di Narni Scalo. E per dare peso alla loro protesta le lettrici ci hanno inviato alcune foto che confermerebbero quanto da loro affermato. "Intanto c'è un cantiere che sembra essere infinito - affermano -, e già questo crea dei problemi di vario tipo. A determinare dei disagi e dei pericoli sono tuttavia le numerose radici sporgenti sulle quali inciampano spesso i bambini più piccoli. Uno scivolo è particolarmente pericoloso perchè alla base di esso c'è proprio una radice sporgente che è assai pericolosa per i bambini che spesso vi inciampano e cadono. Poi ci sono dei 'sampietrini' divelti in vari punti, per non parlare dei rifiuti, tra i quali anche delle pericolose bottiglie di vetro che hanno contenuto vino o birra, che traboccano dai cestini presenti nel parco". Alcune mamme segnalano anche la presenza di "vetri rotti in terra che, mischiandosi con i sassolini, possono trarre in inganno i bimbi più piccoli che li raccolgono, rischiando di ferirsi". "E' anche pieno dappertutto di mozziconi di sigaretta - aggiunge un pensionato -, ma qui credo ci sia ben poco da fare perchè la gente ha la brutta abitudine di gettare ovunque, non solo ai giardini, i mozziconi una volta terminato di fumare". Dal Comune viene suggerito ai cittadini di "avere un pò di pazienza ancora. C'è il cantiere che sta effettuando i lavori e quindi è inevitabili che si verifichino dei disagi". Sul discorso delle radici sporgenti, invece, la situazione si fa più complicata, perchè all'interno del parco, per ragioni di sicurezza, sono stati abbattuti negli ultimi tempi moltissimi alberi e quindi pensare di abbatterne altri, in assenza di pericoli legati alla stabilità degli stessi, viene difficile da pensare.
28/9/2020 ore 4:58
Torna su