Sabato 13/08/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:26
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Forza Italia mostra dubbi sul sistema di 'raccolta puntuale'. Il Comune: "Spiegheremo tutto il 29 gennaio"
Il nuovo sistema di raccolta puntuale porterà davvero un risparmio sulla bolletta dei cittadini? A chiederselo è Sergio Bruschini, consigliere comunale di Forza Italia. "Molti cittadini - afferma l'esponente di opposizione -, si stanno chiedendo il perché la loro bolletta, così come era stato promesso, non sia diminuita. Anzi essa negli anni ha subìto un incremento costante. Siamo dell'idea che la 'storiella' che la differenziazione avrebbe portato i cittadini a pagare una tariffa piu bassa in realtà è solo una bella 'favola'. Partiamo dal fatto che l'importo dei volumi di differenziazione e del relativo recupero finanziario dal loro utilizzo, incidono molto poco sulla spesa totale del servizio. Il quantitativo dei rifiuti prodotti da conferire in discarica è diminuito, ma, nel contempo, aumenta il costo del conferimento. Inoltre, il costo del servizio di raccolta 'porta a porta' è molto superiore rispetto al vecchio sistema. Con l’inizio del nuovo anno è partito il nuovo sistema definito 'raccolta puntuale', ovvero i cittadini dovranno pagare solo quanto realmente producono in termini di rifiuto. In parole povere è come dire che tanto più si differenzia, tanto meno si pagherà in bolletta. Il concetto - sottolinea Bruschini -, è molto bello e molto 'green', se non fosse che nel regolamento che dovrebbe gestire la nuova procedura si intravedano molte criticità che non lasciano presagire niente di buono riguardo alla reale diminuzione della tariffa. Il sistema è regolato da formule talmente complicate che per il cittadino è difficilissimo poter capire. Insomma non sembra davvero essere 'tutto oro ciò che riluce' perchè ci sarà comunque da pagare un fisso a famiglia di rifiuti indifferenziati; che esso venga prodotto o meno, andrà comunque pagato. E questo non va affatto bene. Il processo comporterà, poi, maggiori costi a causa di una gestione più articolata e complessa. Inoltre i cittadini non hanno ben chiaro come tutto il processo funzionerà in modo intellegibile. Esso andava spiegato in modo esauriente, non attraverso formule, ma con opuscoli e presentazioni pubbliche. Insomma - conclude Bruschini -, il sistema della raccolta puntuale è un traguardo che sarà certamente migliorativo in termini di ecosistema ambientale, ma non produrrà, probabilmente, un risparmio in bolletta come molti si attendono. Molto piu semplicemente apporterà un aumento dei costi e quindi della tariffa. E' necessario che chi di dovere renda partecipi i cittadini di questa novità in modo chiaro, senza slogan e senza false promesse".
VENERDI 29 GENNAIO IL COMUNE SPIEGHERA' AI CITTADINI LA TARIFFA PUNTUALE
l Comune di Narni spiegherà venerdì 29 gennaio tutte le caratteristiche della tariffa puntuale dei rifiuti che è partita a Narni dall’inizio del nuovo anno. Lo annuncia l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli che ha organizzato una diretta streaming per illustrare ai cittadini il nuovo sistema di calcolo dei rifiuti e di pagamento della bolletta. L’appuntamento è dalle 17,30 con la diretta visionabile sui profili Facebook del sindaco, Francesco De Rebotti, del presidente del Consiglio Comunale, Giovanni Rubini e dell’assessore Morelli. All’incontro, coordinato dal presidente Rubini, parteciperanno l’assessore all’Ambiente Morelli, il sindaco De Rebotti, il direttore di Auri, Giuseppe Rossi e Carlo Barbanera di Asm. “Il nuovo sistema – spiega Morelli - misura il numero di svuotamenti dei contenitori per ogni singola utenza sia domestica che relativa ad attività economiche e a tutte le altre tipologie e risponde al principio di chi più produce più paga. Con questa ultima importante iniziativa completiamo il percorso di trasformazione del sistema di gestione dei rifiuti urbani che ci porrà ancora una volta tra le avanguardie del paese”.
28/1/2021 ore 3:15
Torna su