Giovedì 13/06/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:51
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Casa: la Regione stanzia 1,2 milioni di euro ai comuni per garantire il contribuito per gli affitti
Un ulteriore stanziamento di oltre 1,2 milioni di euro per l’integrazione dei canoni di locazione a favore delle fasce di popolazione più fragili e con basso reddito. A stabilirlo è stata la Giunta regionale dell'Umbria. L'importo è stato ripartito fra 52 Comuni che hanno riscontrato un fabbisogno superiore alle risorse a disposizione. "Con una precedente delibera – ha detto l’assessore Melasecche – era stata assegnata ai Comuni umbri una dotazione finanziaria complessiva di circa 6,2 milioni di euro, a valere sul Fondo nazionale per l’accesso alle abitazioni in locazione, con cui attivare per l’annualità 2022 i bandi rivolti ai nuclei familiari che abitano in alloggi di proprietà pubblica o privata, con canoni di affitto onerosi rispetto al proprio reddito. Con lo stesso provvedimento, consapevoli anche delle accresciute difficoltà per le famiglie legate agli effetti della pandemia come pure dell’andamento inflattivo e dell’aumento delle bollette di gas e luce, la Giunta aveva stabilito di ridistribuire le risorse ministeriali concesse nelle due annualità precedenti e non spese fra i Comuni che avessero rilevato un fabbisogno maggiore per la copertura delle graduatorie rispetto a quanto ottenuto. Dagli accertamenti – continua melasecche - è risultato un avanzo di amministrazione di 1,216 milioni di euro e, per poter procedere al riparto, sono stati sollecitati i Comuni a comunicare i propri fabbisogni. È emerso un fabbisogno totale regionale di circa 9,2 milioni di euro – rileva - di cui oltre 2,6 milioni, per 52 Comuni, non coperti dalle risorse già assegnate. Alcuni di questi hanno colmato la quota scoperta, in parte, con altre risorse costituite da economie di precedenti bandi, risorse proprie e del Fondo morosi incolpevoli. Per rispondere in maniera più puntuale alle effettive necessità – prosegue l’assessore – la Giunta regionale ha ritenuto opportuno ripartire proporzionalmente il nuovo finanziamento fra questi 52 Comuni. Potrà essere così ampliato il numero delle famiglie a cui verrà erogato il contributo per l’affitto, un aiuto concreto a garanzia del diritto di tutti alla casa".
3/8/2023 ore 0:15
Torna su