Domenica 14/04/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La polizia arresta un uomo di 53 anni che avrebbe palpeggiato e tentato di baciare una ragazzina
Nel primo pomeriggio di lunedì 13 marzo la Polizia di Terni ha eseguito il fermo di un cittadino nigeriano 53enne. L'uomo sarebbe "gravemente indiziato del reato di violenza sessuale, nei confronti di una minorenne". Stando a quanto riferiscono dalla Questura, l'uomo avrebbe avvicinato la ragazzina con un pretesto, mentre usciva da un negozio, dove era andata per comprare la merenda. "La giovane - si legge nella nota -, era stata prima fermata dall’uomo, a lei sconosciuto, con delle banali domande e poi era stata afferrata per un braccio e trascinata in un corridoio non transitato dello stabile. Qui il 53enne, senza mai lasciarle il braccio, aveva iniziato a palpeggiarla tentando anche di baciarla. Lei è riuscita però a divincolarsi ed a correre verso il parcheggio esterno da dove ha telefonato alla mamma che l'ha raggiunta ed ha poi segnalato l’accaduto al numero di emergenza. All’arrivo della pattuglia della Squadra Volante la ragazza, visibilmente scossa, ha indicato agli agenti il nigeriano, che stava discutendo animatamente con la mamma che, agitata, lo stava accusando di aver molestato sua figlia. L’uomo è stato subito portato in questura e dalle indagini svolte nell’immediatezza sono emersi a suo carico gravi indizi di colpevolezza rispetto al reato di violenza sessuale, al termine delle quali è stato eseguito il fermo, anche in considerazione del concreto pericolo che lo stesso potesse darsi alla fuga, trattandosi di un extracomunitario in attesa del rinnovo del permesso di soggiorno, disoccupato e senza una stabile dimora. Su disposizione del Pubblico Ministero l’uomo è stato portato presso la Casa Circondariale di vocabolo Sabbione e nella mattinata del 15 marzo, il Gip del Tribunale di Terni ha emesso un'ordinanza di convalida del fermo ed applicato al nigeriano la misura della custodia cautelare in carcere".
16/3/2023 ore 18:45
Torna su