Domenica 03/07/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:21
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Elezioni, parla Adiberto Favilli (Psi): "Il candidato sindaco dovrà essere Marco Mercuri, altrimenti andremo da soli"
Il servizio, riguardante le imminenti elezioni amministrative di Narni, pubblicato ieri (23 febbraio) da Narnionline.com sembra aver agitato le acque nel centrosinistra. Ed a giudicare dalla "bomba" lanciata da Adiberto Favilli, a fronte delle ipotesi prospettate nel nostro articolo, deve averle agitate davvero per bene. Il "senatore" dei socialisti narnesi non ci pensa su un minuto ad affermare infatti che "E' ora che il Partito Democratico si faccia da parte e lasci a noi la scelta del candidato". Senza troppi giri di parole Favilli continua nella sua disamina: "sono sessant'anni che prima il Pci, poi i Ds ed ora il Pd, scelgono un loro candidato a sindaco. Per l'esattezza è dai tempi di Emilio Benciari (1961 ndr) che a Narni non viene eletto un sindaco che non sia di estrazione comunista. Noi socialisti, in tutti questi anni, abbiamo sempre appoggiato e sostenuto i candidati proposti da Pci, Ds e Pd facendoci da parte. In questo lasso di tempo, se non fosse stato per il nostro apporto, sarebbe stato ben difficile per il Pd continuare a governare Narni. Ora, però, è arrivato il momento di cambiare. I socialisti hanno un candidato che risponde al nome di Marco Mercurie dunque è lui che il centrosinistra dovrà candidare alle prossime elezioni. Stiamo parlando di un uomo molto stimato sul territorio, uno che vanta una grande esperienza politica e che ha partecipato portando un contributo importante alle ultime giunte. Chi meglio di Mercuri può dunque rappresentare in questa fase il centrosinistra a Narni?".
LUCARELLI POTRA' ESSERE IL CANDIDATO DELLA COALIZIONE FRA CINQUE ANNI
Favilli spende due parole anche su Lorenzo Lucarelli, il candidato che intenderebbe presentare il Pd. "Lucarelli è un giovane con delle ottime capacità, beninteso - afferma Favilli -, anche se non lo ritengo pronto per affrontare una candidatura importante come quella di sindaco di Narni. E comunque non è questo il punto. Il punto è che è arrivato il momento che ai socialisti venga riconosciuto il giusto ruolo e quindi venga data a noi la scelta del candidato. Per quanto riguarda Lucarelli, egli, in un discorso di alleanze, nel prossimo esecutivo potrebbe benissimo fare il vice sindaco. Della sua candidatura se ne riparlerà, semmai, fra cinque anni, per quello che potrebbe essere un normale avvicendamento fra un nostro rappresentante ed uno del Pd.
POSSIBILI SCENARI RIGUARDANTI L'ACCORDO FRA PD E PSI
Favilli si addentra, infine, sulle questioni riguardanti gli eventuali accordi che, in un modo o nell'altro, dovranno essere trovati dai due partiti. "Ribadito il concetto che è arrivato il momento di cambiare e di dare a noi del Psi il ruolo di decidere un nostro candidato - osserva l'esponente socialista -, ci tengo a dire che se il Pd non accetterà la nostra proposta, stavolta non esiteremo ad andare da soli. I risultati conseguiti alle ultime tornate elettorali dal nostro partito ci danno fiducia e sono sempre stati determinanti per eleggere il sindaco al primo turno".Dopo queste dichiarazioni crediamo che non mancheranno repliche da parte del Partito Democratico. Insomma, sembra di capire che la campagna elettorale a Narni stavolta è cominciata per davvero.
24/2/2022 ore 3:23
Torna su