Martedì 23/07/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:09
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Controlli interforze nel week-end: denunce e una patente ritirata per guida senza assicurazione
Week-end di controlli in città da parte delle forze dell'ordine. Tra sabato 6 e domenica 7 luglio, la Polizia di Stato ha diretto servizi interforze di ordine e sicurezza pubblica, finalizzati alla fruizione di una movida sicura. Le attività, che hanno visto l’impiego di pattuglie della Questura, dei Carabinieri e della Polizia Locale, si sono concentrate nel centro cittadino e nei luoghi di aggregazione giovanile. "In totale - fanno sapere dalla Questura -, sono state identificate 46 persone, di cui 16 con precedenti penali - Nei due posti di controllo sono stati fermati 6 veicoli ed è stato controllato un esercizio pubblico. Uno dei veicoli è risultato senza copertura assicurativa, con conseguente ritiro della patente, inoltre il conducente, un cittadino marocchino di 26 anni, è stato trovato in possesso di una dose di hashish ed è stato segnalato in Prefettura come assuntore. Verso le 23,30, la Squadra Volante - prosegue la nota della Questura -, ha intercettato un giovane in sella ad un ciclomotore che aveva il bloccasterzo rotto. Gli agenti hanno azionato sirena e lampeggiante, ma il ragazzo alla guida, non solo non si è fermato, ma ha accelerato per sfuggire ai poliziotti, mettendo in pericolo la sua incolumità e quella di numerosi passanti. Dopo poco la mezzanotte, il ragazzo, non trovando più vie di fuga, ha abbandonato lo scooter ed ha proseguito a piedi, ma è stato bloccato dalla pattuglia appiedata in piazza Dalmazia e portato in questura. In ufficio ha iniziato a rispondere alle prime domande e, spontaneamente, ha consegnato un coltello che teneva negli slip. Dagli accertamenti, è emerso che il giovane, di 17 anni, aveva dei precedenti per furto e che lo scooter era stato denunciato come rubato. Dopo aver sentito il Pubblico Ministero del Tribunale per i Minori di Perugia, il ragazzo è stato denunciato in stato di libertà per ricettazione e porto di armi o di oggetti atti ad offendere e riaffidato ai genitori. L’imputato - sottolineano dalla Questura -, deve ritenersi innocente sino ad eventuale condanna irrevocabile".
9/7/2024 ore 18:53
Torna su