Domenica 23/01/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:22
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Controlli dei carabinieri in tutta la provincia di Terni, un arresto per spaccio ed una denuncia
I carabinieri del comando provinciale di Terni hanno svolto nei giorni scorsi servizi di controllo su tutto il territorio. A Terni, nei pressi di una zona periferica della città, i militari hanno tratto in arresto in flagranza di reato, per spaccio, un 29enne di origini albanesi. L'uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso nei pressi della propria abitazione mentre cedeva una dose di cocaina ad un operaio 41enne italiano, residente nel perugino. L'uomo, tossicodipendente, è stato segnalato alla competente autorità amministrativa quale assuntore. In seguito alla perquisizione personale e domiciliare a carico dell'arrestato, sono state rinvenute e sottoposte a sequestro: tre dosi di cocaina già confezionate, per un totale di circa due grammi e 1.900,00 euro in banconote di vario taglio. Il materiale ed il denaro sono stati messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria ternana, che dopo aver convalidato l’arresto ha imposto al prevenuto l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.
DUE OPERAZIONI NELL'ORVIETANO
Ad Orvieto, invece i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno identificato e deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Terni una rumena di 31 anni, residente ad Aprilia. La donna, nota alle forze dell’ordine, ha violato il “divieto di ritorno” in Orvieto che gli era stato irrogato dall’Autorità di P.S. In un'altra operazione alcuni cittadini hanno segnalato ai carabinieri della stazione di Montegabbione, la presenza di una vettura Opel di colore grigio, con a bordo due uomini che si agghirava con fare sospetto nelle vie del paese. Le immediate ricerche del veicolo e dei suoi occupanti, consentivano di accertare che lo stesso si era allontanato in direzione di Città della Pieve e che nei giorni precedenti un automezzo identico era stato utilizzato da soggetti di nazionalità marocchina, autori di tentativi di truffa in danno di persone anziane, avvenuti nel comune di Parrano. Ancora una volta la collaborazione della cittadinanza con i carabinieri si è rilevata preziosissima e proficua, consentendo di scongiurare la commissione di reati attuati, soprattutto, nei confronti degli appartenenti alle fasce più deboli, come gli anziani.
28/10/2021 ore 10:49
Torna su