Domenica 26/09/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:40
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Cinquantatreenne agli arresti domiciliari ruba due biciclette molto costose ma viene intercettato da agenti in borghese
E' accusato di avere rubato due bicilette di grande valore. L'uomo, un 53enne che era agli arresti domiciliari per furto, è stato intercettato dalla polizia mentre era in sella ad una bici in fibra di carbonio, del valore di oltre 5.000 euro. Sono stati gli agenti di una pattuglia in borghese a notare l'uomo ed a seguirlo mentre questi si dava alla fuga in mezzo ai palazzi. All'occhio di uno dei due poliziotti, che svolge attività agonistica come ciclista, non è sfuggito il particolare rappresentato dal modello, particolarmente costoso, della bicicletta ultimo modello guidata dal 53enne. L'agente ha anche riconosciuto il "cilista" essendo costui un pluripregiudicato per spaccio e per reati contro il patrimonio e disoccupato. Così è scattato l’inseguimento. L’uomo ha provato a seminare i due agenti infilandosi con la bici nei vicoli stretti e passando per un piccolo cancello pedonale, ma alla fine uno dei poliziotti è sceso dall’auto e a piedi, è riuscito a bloccarlo. Nella successiva perquisizione domiciliare, oltre a 20 grammi di hashish, in casa del 53enne è stata rinvenuta una seconda bicicletta, anche questa molto costosa, e l’uomo non ha potuto fare altro che ammettere di essere l’autore dei furti. Il ternano è stato denunciato e nei suoi confronti è stata ripristinata la misura degli arresti domiciliari. Le biciclette sono state restituite ai proprietari che avevano sporto regolare denuncia, che, contentissimi, hanno ringraziato la Polizia di Stato di Terni.
3/8/2021 ore 14:35
Torna su