Domenica 26/09/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:08
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Arrestati a Rimini i due stranieri presunti autori di furti compiuti un anno fa a Casteltodino
Nel mese il 19 ed il 21 luglio dello scorso anno, a Casteltodino erano stati messi a segno due furti in abitazione. Uno di questi era avvenuto nel corso della notte con la presenza del proprietario che dormiva in casa. Durante i due furti i ladri asportavano collane, anelli, bracciali ed un girocollo, per il valore totale di alcune migliaia di euro. I ladri si erano introdotti nelle abitazioni forzando le finestre. Le indagini dei carabinieri hanno preso subito il via con la visione delle immagini registrate dalle telecamere degli impianti di sicurezza installate presso le abitazioni, indagini successivamente supportate dal rinvenimento di un telefono cellulare nelle immediate adiacenze dell'abitazione di uno dei derubati. "L’analisi del traffico dei tabulati telefonici del cellulare - spiegano dall'Arma -, permetteva di evidenziare gravi indizi di colpevolezza nei confronti di due persone: indizi avallati e valorizzati dalla Procura della Repubblica di Terni che, con il proprio lavoro, consentiva al HGip del Tribunale l’emissione di un 'ordine di esecuzione di misura cautelare in carcere', per i reati di 'furto aggravato in concorso' a carico di due cittadini di nazionalità rumena. Essendo entrambi gli stranieri senza fissa dimora, i carabinieri della Compagnia di Amelia estendevano su tutto il territorio nazionale le relative ricerche, anche tramite l’inserimento del nominativo dei due nella banca dati delle forze di polizia. Grazie a questa operazione il 30 luglio di quest'anno il personale della Questura di Rimini, durante un controllo alla circolazione stradale su quel lungomare, ha fermato i due stranieri e li ha tratti in arresto.
31/7/2021 ore 13:29
Torna su