Giovedì 02/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Vicenda Elettro, Il Pd narnese difende l'operato del comune: "ha fatto tutto quanto era nelle sue possibilità"
Nel botta e risposta politico sulle questioni riguardanti la vicenda Elettrocarbonium si inserisce anche il Partito Democratico di Narni. "Una vicenda seria e con pesanti ricadute sui lavoratori e sulle famiglie, prima ancora che sulla città - si legge in un comunicato -. Essa non può essere usata come elemento di spicciola propaganda politica o come pretesto per dividersi tra buoni e cattivi, esercitando l'ipocrita sceneggiata del 'senno del poi'. Oggi il momento è difficile, ancor più difficile rispetto ai mesi scorsi quando la trattativa tra Sgl ed Elettrocarbonium pur tra alti e bassi lasciava intravedere possibili sbocchi positivi, richiede massima serietà e massima sobrietà da parte di chi detiene responsabilità politica. Qui non c'è chi vince e chi perde, è sciocco chi pensa di lucrare consenso politico in questo modo, ne resterà assai deluso. I cittadini narnesi e i lavoratori sanno quanto l'Amministrazione comunale di Narni sia stata in prima fila nel favorire una soluzione che salvaguardasse il futuro produttivo e occupazionale della "nostra" fabbrica simbolo. È utile ribadire che il Consiglio comunale all'unanimità aveva dato al Sindaco il mandato di agire in tal senso, ed è ciò che è stato fatto, ed è quanto riteniamo si debba proseguire a fare, senza perdersi in chiacchiere e polemiche dannose. Un'operazione imprenditoriale, com'è quella avviata da Elettrocarbonium, ha le sue regole, i suoi rischi d'impresa e i suoi necessari investimenti in un quadro in cui, per chi vuole restare ancorato alla realtà dei fatti, ci sono da una parte due aziende private che devono trovare un accordo di cessione- acquisizione e dall'altra le istituzioni, le parti sociali e i lavoratori che tentano di favorire e facilitare il successo dell'operazione. Questo tentativo purtroppo - congtinua la nota del Pd narnese -, sembra essere avviato al fallimento, tuttavia noi invitiamo tutti a reagire con responsabilità per non mollare, per rilanciare l'impegno nella ricerca di possibili soluzioni anche diverse rispetto a quelle viste finora. Il nostro è un proposito e un impegno, ma è anche un appello rivolto al governo nazionale e regionale, al sistema imprenditoriale locale e nazionale, affinché si esplorino tutte le strade per rilanciare l'attività produttive nel sito di Narni Scalo, anche nuove strade se necessario. Noi ci aspettiamo attenzione e rispetto, attenzione e rispetto per la nostra città, per la nostra comunità e per i lavoratori dell'ex SGL, e il rispetto deve arrivare prima di tutto da Narni altrimenti è difficile ottenerlo dall'esterno".
14/3/2016 ore 8:43
Torna su