Lunedì 12/04/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Viabilità: strade sotto accusa nella zona di Ponte San Lorenzo, Marcotulli chiama in causa il Comune
Due ponti “contestati”. Entrambi vicini alla frazione di Ponte San Lorenzo, il primo è quello in entrata dalla Flaminia, l’altro si trova all’interno della campagna, verso Erba Bigia. A riferire della “pericolosità” del primo e della “inadeguatezza” del secondo, è il consigliere comunale Giancarlo Marcotulli, della lista civica che porta il suo nome. “Il ponte di ingresso alla frazione – spiega Marcotulli -, è stato ‘imbracato’ da più di un anno a seguito di un incidente provocato da un camion che ha buttato giù una delle due spallette laterali, costringendo il Comune a chiudere parte della carreggiata. Si viaggia a senso unico alternato da molto tempo, con tutti i disagi che questo comporta. Ma il problema è anche che quel ponte nasconde altre insidie, riferite alla sua stabilità, essendo sottoposto giorno a notte a forti sollecitazioni dovute al passaggio di centinaia di automezzi, molti anche pesanti. Mi domando – afferma Marcotulli – per quale ragione l’amministrazione comunale non provveda a fare gli interventi necessari sul ponte, ripristinandone l’ampiezza della carreggiata e soprattutto mettendolo in sicurezza”. C’è poi l’altro ponte, quello che attraversa il torrente Aia, tra la zona di San Faustino ed Erba Bigia; una struttura inaugurata ad ottobre del 2011 e che, secondo Marcotulli, “è un’opera incompleta”. Il consigliere di opposizione segnala, infatti, “il grave problema delle buche che costellano i due tratti di strada che, sui due lati opposti, portano al ponte." Buche che danneggiano seriamente gli automezzi e rappresentano un pericolo per cicli e motocicli”. “Perché – osserva Marcotulli -, non si è provveduto ad asfaltare questi due tratti di strada? Che senso ha costruire un ponte che permetta di guadare il torrente se poi prima e dopo di esso le strade sono pressoché impraticabili? E' stato un lavoro fatto mae, punto e basta”.
9/1/2013 ore 1:39
Torna su