Martedì 22/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:41
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Viabilità: per risolvere i problemi di via Tuderte i socialisti chiedono più vigili e telecamere fisse
Presenza costante dei vigili urbani ed un impianto di video-sorveglianza sempre attivo. Per i socialisti narnesi è questa la “ricetta” giusta per risolvere i gravi ed annosi problemi della viabilità lungo via Tuderte a Narni Scalo. “La realizzazione delle rotonde – afferma Mauro Bonucci, della segreteria della sezione ‘Mancini’ del Psi di Narni -, seppur un buon viatico, non è un intervento sufficiente. Bisogna inoltre considerare le tempistiche necessarie per la realizzazione di queste rotatorie, che sposterebbero la soluzione in una prospettiva di medio-lungo termine. Per questo siamo convinti che un sistema di video-sorveglianza e una costante presenza dei vigili urbani siano il modo più rapido, e probabilmente definitivo, per risolvere uno dei principali fattori di paralisi del traffico di Narni Scalo, determinato dal ‘parcheggio selvaggio’ lungo via Tuderte. Questo tipo di intervento – continua Bonucci -, senza dubbio dai forti connotati, riteniamo sia l’unico in grado di gettare le basi per una soluzione ai problemi della viabilità. I provvedimenti serviranno ad educare gli automobilisti affinché utilizzino in maniera corretta le aree di sosta”. “Di parcheggi – sottolinea il segretario della sezione del Psi, Giulio Mancini – ce ne sono in abbondanza e tutti distano solo poche decine di metri dai punti di interesse, sia quelli commerciali che di pubblica utilità. Non si giustifica, pertanto, il comportamento degli automobilisti che continuano a parcheggiare i loro mezzi accanto al marciapiede in via Tuderte”. Mancini parla poi degli spazi di sosta riservati ai disabili. “Andrebbero meglio distribuiti – afferma -, i posti per i diversamente che ci sono.Quelli che si trovano nei pressi del Bar la Baita, ad esempio, sono quasi sempre occupati dagli avventori dello stesso esercizio piuttosto che dalle persone che ne avrebbero diritto. La nostra proposta è quella di trasformare queste aree di sosta in parcheggi con disco orario e di spostare i posti per i disabili nelle aree di sosta di fronte allo stadio ‘San Paolo’. Tutta via Tuderte, infatti, è sprovvista di aree specifiche per la sosta di vetture riconducibili a persone disabili. E' infine di immediata necessità il ripristino, o il controllo giornaliero qualora già esistenti, delle aree di sosta a tempo, di ‘sosta breve’, ed a pagamento”.
21/5/2013 ore 2:15
Torna su