Domenica 29/03/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:06
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terremoto del 1997: la Giunta regionale riapre i termini per presentare le richieste di contributo
La Giunta Regionale con propria deliberazione n. 379 del 7 aprile 2004 e pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione dell’Umbria n. 19 del 5 maggio 2004, ha stabilito la riapertura dei termini per la presentazione delle domande di contributo ai sensi dell’art. 4 della Legge 61/1998 per gli eventi sismici del 1997 per i soggetti che non hanno presentato domanda secondo i termini di cui al comma 1 dell’art. 3 della D.G.R. 5180/98. Possono presentare la domanda di contributo: i proprietari di edifici oggetto di ordinanza sindacale di sgombero parziale o totale emessa prima del 10 novembre 1998, in seguito a sopralluoghi effettuati da tecnici comunali, regionali o da vigili del fuoco; edifici in cui almeno uno dei proprietari, nel periodo intercorso dall’evento sismico al 10 novembre 1998, si trovava nelle seguenti condizioni: emigrato all’estero, limitatamente ad un solo edificio e a condizione che nello stesso sia ricompresa una unità immobiliare di proprietà dello stesso emigrato destinata ad uso abitativo; soggetto inabile al 100% ovvero soggetto ricoverato in strutture ospedaliere o socio sanitarie per motivi di salute per un periodo di almeno 20 giorni ricompreso fra il 10 settembre 1998 e il 10 novembre 1998, limitatamente al solo edificio in cui sia ricompresa l’abitazione principale del soggetto interessato; deceduto prima del 10 novembre 1998, limitatamente al solo edificio in cui sia ricompresa l’abitazione principale del dante causa; edifici di proprietà pubblico-privata ammessi a finanziamento ai sensi dell’art. 2, comma 3, lett. e) della legge 61/98; edifici adibiti alla data del sisma ad attività produttive ed alienati in conseguenza di procedure concorsuali o esecuzione forzata. I soggetti usufruttuari o titolari di diritti reali di garanzia che nel periodo intercorso dall’evento sismico del 26 settembre 1997 e il 10 novembre 1998 si trovavano in una delle seguenti condizioni: emigrato all’estero, limitatamente ad un solo edificio a condizione che l’unità immobiliare oggetto di usufrutto o di diritto reale di garanzia sia destinata ad uso abitativo; soggetto inabile al 100% ovvero ricoverato in strutture ospedaliere o socio-saniatrie per motivi di salute per un periodo di almeno 20 giorni ricompreso tra il 10 settembre 1998 e il 10 novembre 1998, limitatamente al solo edificio in cui sia ricompresa l’abitazione principale dello stesso usufruttuario o titolare di diritto di garanzia.
I rappresentanti legali dei monasteri di clausura
I soggetti aventi diritto possono presentare domanda di contributo all’Ufficio Terremoto, a pena di inammissibilità, entro il termine perentorio del 3 giugno 2004.
15/5/2004 ore 11:45
Torna su