Domenica 22/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:54
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: la polizia sequestra due night a luci rosse, arresta sette persone e ne denuncia altre 15 per sfruttamento della prostituzione
Maxi operazione della squadra mobile della Questura di Terni che ha portato all’arresto di sette persone, alla denuncia di altre 15 ed al sequestro di due night. L’operazione si č conclusa nel pomeriggio di ieri ma il bilancio, da quanto si č appreso, non č ancora definitivo e quindi altre persone potrebbero finire nella rete tesa dalla polizia. I reati contestati alle persone fermate e denunciate č di associazione a delinquere, sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento della immigrazione clandestina. I due locali posti sotto sequestro dagli agenti della squadra mobile ternana, coordinati da Luca Sarcoli, si trovano a Collelicino, localitā posta lungo la Flaminia proco prima di Molinaccio, e a Stroncone. Dopo vari appostamenti e controlli la polizia ha deciso di intervenire e di far scattare le manette ai polsi delle persone incriminate. Gli agenti hanno identificato, solo negli ultimi giorni, 18 giovani provenienti dai paesi dell'est europeo con permessi di soggiorno rilasciati a fini turistici, mentre in realtā, secondo gli investigatori, le ragazze erano arrivate nella nostra regione per prostituirsi. Le giovani donne provengono in particolare da Romania, Russia, Bulgaria, Litania, Lettonia, Slovacchia e Slovenia. La squadra mobile ha dato il via ad un'attivitā investigativa e tecnica effettuata attraverso controlli e intercettazioni: L’intera operazione č stata interamente coordinata dal procuratore capo della Repubblica del Tribunale di Terni, Carlo Maria Scipio e dal sostituto Mariarosaria Guglielmi. Ieri pomeriggio gli agenti sono entrati nei due locali arrestando sette persone, tutte residenti a Terni, cinque uomini di etā compresa tra 40 e 55 anni alcuni dei quali con precedenti specifici e due straniere, una ucraina di 35 anni ed una della Repubblica Ceca di 60 anni che collaborava - secondo l'accusa - con una agenzia per far giungere in Italia ragazze dell'est europeo. Due sono al momento le persone ricercate che sono riuscite a sfuggire all’arresto. Le indagini sono tuttavia ancora in corso e non č escluso che altre persone di Terni risultino coinvolte nella vicenda.
14/6/2006 ore 16:10
Torna su