Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:15
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: la polizia arresta un giovane marocchino che aveva sfondato la porta di un palazzo e preso a pugni gli agenti chiamati dai condomini
Ancora un extracomunitario protagonista di episodi legati alla cronaca. Ed ancora dei poliziotti che finiscono al pronto soccorso per farsi medicare delle lesioni provocate dalla reazione del fermato. L’ennesimo episodio legato alla presenza nel territorio di cittadini extracomunitari è accaduto a Terni ed ha visto protagonista un marocchino di 25 anni residente in città ed in regola con il permesso di soggiorno. L’uomo è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, al termine di un pomeriggio movimentato durante il quale il giovane nordafricano per ben due volte si era presentato in un condominio della zona di Città Giardino doveva aveva tentato di importunare i residenti e tentato di sfondare anche la porta di un’abitazione. La prima volta gli agenti lo avevano identificato e denunciato ma la seconda sono stati costretti ad arrestarlo ed a condurlo in carcere. Da quanto si è appreso il marocchino era in evidente stato di alterazione ed è anche stato trovato in possesso di 5 grammi di eroina che gli è stata sequestrata. Quando è stato fermato l’uomo ha reagito in modo violento colpendo i poliziotti della pattuglia a due dei quali procurava ferite che al pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria” venivano giudicate guaribili in sette giorni. Condotto in questura il marocchino era stato denunciato e poi rilasciato. Appena uscito però l’uomo, non pago di quanto aveva già combinato, è tornato nuovamente nel condominio dove ha cominciato a prendere a calci una porta fino a sfondarla. Nuovo intervento della polizia, chiamata sul posto dagli inquilini del palazzo, e nuova violenta reazione da parte del giovane africano che aggrediva gli agenti colpendone uno con un corpo contundente e un altro con pugni e calci. Per entrambi il referto del nosocomio ternano parla di ferite giudicate guaribili in pochi giorni. L’uomo è stato arrestato e accompagnato in carcere dove è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria.
15/6/2006 ore 14:45
Torna su