Domenica 22/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:59
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: giovedi 8 e venerdi 9 giugno seminario sulla disabilità
Giovedì 8, venerdì 9 e sabato 10 giugno Terni ospiterà un seminario sulla programmazione delle politiche sulla disabilità, che vedrà la partecipazione attiva di rappresentanti delle realtà associative italiane ed europee più significative, di importanti esponenti delle istituzioni politiche e degli organismi internazionali attivi nelle politiche sulla disabilità. In particolare, giovedì 8 giugno, presso la Sala Convegni del Ce.S.Vol. in via Montefiorino, n. 12, a partire dalle ore 9,30, si svolgerà un convegno di rilevanza internazionale in cui saranno illustrati gli obiettivi e le attività del progetto «Mainstreaming disability in regional and local policies», che coinvolge nove paesi europei, fra cui l’Italia. Le giornate del 9 e 10 giugno, invece, che si terranno all'Hotel Michelangelo, saranno dedicate al tema «Le Associazioni FISH: progetti e strumenti per l’empowerment delle reti locali»: un’occasione importante per condividere l’esperienza che sette realtà associative regionali, fra cui l’Umbria, hanno avviato ormai da un anno per rafforzare il proprio ruolo politico, attraverso il supporto tecnico offerto dalla costituenda rete dei Centri EmpowerNet, di cui il Centro per l’Autonomia Umbro rappresenta una delle prime sette realtà già consolidate a livello nazionale. Il Forum Europeo sulla Disabilità e la Federazione Italiana Superamento Handicap (FISH) hanno individuato nella realtà ternana condizioni particolarmente favorevoli per avviare la sperimentazione di modalità innovative nel settore delle politiche sulla disabilità, coerenti con i principî delle 22 Regole standard delle Nazioni Unite “sull’uguaglianza di opportunità delle persone con disabilità”. Per la prima volta in Italia, le politiche sulla disabilità verranno affrontate in un’ottica globale che tiene conto dei molteplici aspetti che riguardano la vita quotidiana delle persone con disabilità: dall’accessibilità agli edifici e ai luoghi pubblici e dalla possibilità di muoversi senza ostacoli e barriere architettoniche, alla consapevolezza di poter essere protagonisti attivi nella progettazione degli interventi sanitari e sociali di cui si è fruitori diretti.


6/6/2006 ore 18:10
Torna su