Lunedì 19/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:47
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni e Narni partecipano all'edizione 2019 del "Festival nazionale dello sviluppo sostenibile"
Terni e Narni partecipano, con proprie iniziative locali, dal 30 maggio al 13 giugno, all’edizione 2019 del "Festival nazionale dello Sviluppo sostenibile". L'evento è promosso da ASviS, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, per far crescere consapevolezza e responsabilità fra la popolazione, su un tema cruciale per il futuro. L’iniziativa locale, promossa dall’associazione ternana “Pensare il domani”, in collaborazione con l’associazione culturale Ennedinarni, il Centro Studi Vanoni e il Cesvol, quali promotori, e le Società Novamont e Pagine Si’ quali partner che sostengono concretamente l’iniziativa, è stata presentata nella sala Blu del PalaSì da Giacomo Porrazzini, presidente di Pensare il domani, Roberto Rosati, della direzione di PagineSì e Silvia Camillucci, coordinatrice del Cesvol. “Sono cinque le iniziative - ha detto Giacomo Porrazzini, presidente di “Pensare il domani” - proposte alle comunità locali di Terni e Narni per far crescere la consapevolezza sociale e animare un’ampia partecipazione per l’elaborazione di un “disegno” di sviluppo territoriale, orientato chiaramente alla sostenibilità; nuove idee, nuove prospettive di avanzamento economico e progresso sociale sono necessarie per offrire opportunità di lavoro e di qualità della vita alle giovani generazioni. Gli studenti che in massa hanno seguito, anche da noi, l’appello alla mobilitazione per il clima, l’ambiente ed il futuro di Greta Thunberg aspettano delle risposte”. Il Festival si articola in tre conferenze sul tema della sostenibilità, di cui una a Narni, e nella presentazione di due idee-Progetto su specifici problemi ambientali, come l’inquinamento atmosferico da traffico urbano, in particolare negli “street Canyon” di Terni, ed il contrasto al fenomeno diffuso della dispersione abusiva di rifiuti nell’ambiente. La prima conferenza, il 30 maggio, a palazzo Mazzancolli, affronterà il tema delle nuove economie basate sulla circolarità e sulla bioeconomia come modelli di rigenerazione territoriale, con un confronto, promosso dal Cesvol, sul domani economico e produttivo di Terni fra imprese già attive nel campo delle nuove economie sostenibili ed i rappresentanti sindacali del mondo del lavoro. In programma poi un confronto fra pensiero laico e religioso sul tema della tutela della vita e della civiltà umana e un altro sull’evoluzione del concetto di sostenibilità e sull’analisi degli indicatori di sostenibilità nazionali e regionali e la loro pratica applicazione per un progetto territoriale di sviluppo sostenibile. Poi le due idee-progetto: una incentrata sul contrasto dell’abbandono dei rifiuti, l’altra sul tema della qualità dell’aria nelle strade a grande traffico e negli street Canyon urbani di Terni.
23/5/2019 ore 1:23
Torna su