Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:19
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: domenica 25 giugno negozi aperti per "Terni in Jazz"
Il 25 giugno le attività commerciali, in concomitanza con manifestazione Terni in Jazz, potranno rimanere aperte. Alcune tipologie di attività commerciali, però, potranno decidere di optare per la giornata di domenica 9 luglio. Sono questi i risultati dell’incontro che si è avuto tra l’assessore al Commercio del Comune di Terni, Giuseppe Boccolini, e i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti e Cidec. Un incontro che ha riguardato oltre che le aperture facoltative domenicali, l’inizio della stagione dei saldi. L’assessore Boccolini, dopo aver verificato con la Regione le disposizioni sui saldi, dopo aver parlato con il sindaco Paolo Raffaelli, ha avanzato la seguente proposta: la giornata di apertura facoltativa del 25 giugno è quella principale, in quanto concomitante con la manifestazione Terni in Jazz, “giornata di valore strategico per le politiche culturali e turistiche”. A fronte delle richieste di rimanere aperti per domenica 9 luglio, prima domenica dall’apertura dei saldi estivi che inizieranno il 7 luglio, verrà consentita l’apertura di quegli esercizi commerciali che rimarranno chiusi il 25 giugno e che rientrano nella categoria prevista nell’articolo 30 della legge regionale 24/99 e successive modiche, art.30, e cioè le attività commerciali di vestiario e abbigliamento, compresi gli accessori e la biancheria intima, le calzature, le pelletterie, gli articoli di valigeria e da viaggio, gli articoli sportivi. La proposta è stata sottoscritta da tutte le associazioni di categoria. L’assessore Boccolini ha espresso soddisfazione per l’intesa trovata e ha ribadito che negli atti di programmazione per le aperture facoltative del 2007 dovrà essere puntualizzata ogni data, al fine di fornire agli operatori e agli addetti un quadro di riferimento certo. La Confcommercio ha “ribadito la volontà di collaborazione, ad iniziare con la manifestazione Terni in Jazz, così come già concretamente dimostrato”, in quanto effettivamente “è una manifestazione importante per il rilancio turistico e culturale”. Sempre la Confcommercio ha apprezzato "lo sforzo dell’Assessore nel venire incontro alle esigenze dei piccoli e medi commercianti del settore dell’abbigliamento che da anni sono costretti a fare i conti con la stagnazione dei consumi”.
23/6/2006 ore 19:10
Torna su