Venerdì 03/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:06
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: Ciano Ricci Feliziani del Consorzio universitario di Medicina eletto membro del direttivo nazionale
L’impegno profuso dal Consorzio di Medicina di Terni e la volontà di costruire le basi per un effettivo radicamento sul territorio del Polo scientifico e didattico ternano è stato formalmente riconosciuto con l’adesione del all’A.n.c.un. (l’Associazione nazionale dei Consorzi universitari) e, più ancora, con l’elezione del dott. Ciano Ricci Feliziani, presidente dell’organismo ternano, nel consiglio direttivo dell’associazione del quale fanno parte due delegati per il nord Italia, due per il centro e due per sud e isole. Un riconoscimento e insieme anche una prospettiva importante di ulteriore sviluppo nell’attivazione di un circolo virtuoso di relazioni nazionali, senza le quali si andrebbe incontro al rischio concreto dell’isolamento in una realtà locale che deve invece aprirsi a quella nazionale. Il dibattito sul rafforzamento di una presenza accademica nella nostra città ha avuto un momento di ulteriore approfondimento con il convegno “Terni e l’Università: il consolidamento del Polo accademico per lo sviluppo economico e culturale del territorio” che si è svolto nei giorni scorsi presso la sala convegni dell’archivio di Stato, a palazzo Mazzancolli. Alla manifestazione, presieduta dal prorettore del Polo scientifico e didattico ternano Pietro Burrascano e dal prof. Adolfo Puxeddu, preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia, sono intervenute le massime autorità locali e i dirigenti dell’A.n.c.un., che ne ha curato l’organizzazione in collaborazione con il Consorzio ternano di Medicina. Nel corso del convegno, aperto dalla relazione del dott. Ciano Ricci Feliziani, presidente del Consorzio di Medicina, sono state individuate le direttrici di uno sviluppo del Polo universitario in sinergia con il sistema delle imprese, della ricerca, dell’associazionismo e delle professioni. Secondo il dott. Ciano Ricci Feliziani, con il convegno è stato compiuto un passo in avanti nel cercare di passare dalla fase del dibattito generale a quella dei progetti e delle proposte concrete. Esempio ne sono i temi che sono stati trattati, come quello delle lauree triennali professionalizzanti, o quello relativo alle proposte per lo sviluppo del territorio che dovranno nascere dal rapporto sempre più proficuo tra il mondo della scuola, i neolaureati e il mondo dell’impresa e il management degli enti locali e, per finire, all’altro relativo alle grandi e piccole imprese nel rapporto con il territorio, gli investimenti per la ricerca e l’università. Dal dibattito è emerso, in maniera univoca, che la crescita e il consolidamento del Polo Universitario Ternano dovrà passare attraverso una Convocazione straordinaria del Comitato regionale della programmazione universitaria; la definizione del piano triennale degli investimenti per il Polo scientifico didattico di Terni; l’impegno per la realizzazione dei centri di eccellenza nell’ambito della normativa afferente gli istituti di ricerca (IRCCS); senza dimenticare, ovviamente, la necessità di arrivare alla definizione dello statuto del costituendo Consorzio del Polo Universitario.




7/2/2004 ore 17:35
Torna su